“Io sono te”, Assia Fiorillo canta le voci del carcere femminile

Oggi esce il video del brano finalista a "Voci per la libertà" di Amnesty
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Io sono te non e’ solo una mia canzone.  Forse non e’ nemmeno solo una canzone. Sono dei versi in musica che hanno tante mani”. Cosi’ la cantautrice Assia Fiorillo sintetizza la storia che si cela dietro “Io sono te“, brano che oggi diventa anche un videoclip realizzato negli spazi del Museo Madre di Napoli.

“Io sono te” e’ un pezzo che ha il sapore della liberta’ negata, della speranza, della vita che troppo spesso ci travolge e non si sceglie, “e’ la vita – racconta Assia – delle detenute delle carceri di Fuorni e Pozzuoli che ho frequentato per un anno durante le riprese del documentario ‘Caine’ (Rai3). Durante questo percorso – spiega – ho sollecitato le ragazze a scrivere o a buttare fuori emozioni e sentimenti. Insieme con la giornalista autrice del documentario, Amalia De Simone, abbiamo messo insieme i loro pensieri, costruendo un testo che rappresentasse sia loro che noi e comunque tutto quello che stavamo vivendo”.

In “Io sono te” c’e’ tutto il mondo che i piu’ non vogliono vedere, c’e’ il carcere che cela le storie di esseri umani spesso dimenticati e regalati troppo spesso ad essere solo numeri di fredde statistiche, c’e’ il male e il pentimento, c’e’ la vita criminale ma anche l’amore, c’e’ la lontananza e la solitudine, c’e’ la rabbia e la voglia di riscatto, c’e’ l’errore, che puo’ toccare a chiunque commettere, e la voglia di riscrivere la propria storia. Nel videoclip, oltre alla cantautrice, ci sono alcune donne conosciute in carcere e poi c’e’ Titti Pantaleno, una ragazzina che Assia ha conosciuto alla Fondazione Famiglia di Maria di San Giovanni a Teduccio, nella periferia est di Napoli, dove tanti giovanissimi trovano opportunita’ di riscatto. “Io sono te” e’ finalista al contest musicale di Amnesty International “Voci per la liberta’”, evento che prende il via oggi per concludersi il 2 agosto, e sara’ inserito in un disco di dieci brani in uscita ad ottobre e che segna il debutto come cantautrice di Assia Fiorillo, gia’ frontwoman delle Mujeres Creando e parte del collettivo Terroni Uniti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

31 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»