‘Fellini 100’, l’anno di eventi di Rimini al via il 14 dicembre

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Se l’Italia è diventata in tutto il mondo il paese della “Dolce Vita“, lo si deve anche a Federico Fellini, maestro del cinema mondiale del quale il prossimo 20 gennaio si celebrerà il primo centenario. Per questo il Comune di Rimini, sua terra natale, ha deciso di dedicargli un intero anno di festeggiamenti e iniziative, a partire dal 14 dicembre con “Fellini100. Genio immortale. La mostra“, presentati questa mattina alla Casa del Cinema di Roma. 

Set del film Amarcord, Roma, Cinecittà, 1972. Federico Fellini durante le riprese.

L’esposizione, in scena a Castel Sismondo fino al 15 marzo 2020, riporterà in primo piano le memorie, le emozioni, i fotogrammi e le scene del celebre regista, sceneggiatore e scrittore riminese, anche grazie al materiale messo a disposizione dal Fondo Nino Rota, celebre compositore che ha collaborato con Fellini e le immagini e i brani dell’Istituto Luce e ‘Teche Rai’. 

LEGGI ANCHE: A Roma la mostra fotografica per i 100 anni di Federico Fellini

Sarà una mostra itinerante, che arriverà anche a Roma ad aprile 2020 a Palazzo Venezia, per poi varcare i confini nazionale alla volta di Los Angeles, Mosca e Berlino. “Questa mostra, dedicata al genio immortale di Federico Fellini è il primo passo di un traguardo ambizioso– spiega il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi- Quello che vuole restituire l’universo creativo e umano del maestro riminese attraverso la chiave primaria dell’immaginazione. Rimini si appresta a inaugurare una mostra e un museo diffuso dinamico che ambisce a diventare un centro di interesse mondiale anche per la sua location: il castello malatestiano, il palazzo del cinema Fulgor, la grande area outdoor tra i monumento e l’edificio- continua Gnassi- L’intero sviluppo della città di Rimini si snoderà intorno alle Ramificazioni di ogni tipo che garantirà uno spazio unico al mondo”. 

La mostra sarà strutturata in diversi ambienti, dei veri e propri set che riporteranno i visitatori a quanto illustrato, tra cui uno schermo attraversabile, una linea del tempo che raccoglie la storia di Fellini in 30 immagini, un’installazione piena di nebbia rarefatta o al cinema Fulgor. Ma “Fellini100. La mostra” sarà solo uno dei 45 eventi dedicati a Fellini, per la maggior parte a Rimini e che vedranno l’apice con il “Museo Internazionale Federico Fellini”, un’esposizione permanente che aprirà a dicembre 2020, con l’intento di attirare il pubblico da tutto il mondo, tanto importante da essere stata inserita dal ministero per i beni culturali tra i grandi progetti nazionali sostenuti da un apposito comitato tecnico scientifico. 

Una costante di tutti gli eventi sarà, invece, il logo “Fellini100” ispirato dal regista Paolo Virzì e ispirato ad una delle storie più famose della storia del cinema: Fellini domatore sul set di “Otto e mezzo” e scattata da Tazio Secchiaroli.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Novembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»