Manca (M5s) denuncia attacchi sessisti dal decano del consiglio sardo: “Violenza misogina e volgare”

La consigliera grillina rende noto che sarebbe stata pesantemente insultata dall'esponente dell'Udc
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – “Storie di straordinaria violenza in commissione. Durante l’occupazione dell’aula sono stata violentemente e volgarmente attaccata dal decano del Consiglio regionale, l’onorevole Giorgio Oppi”. Inizia con queste parole lo sfogo su Facebook della capogruppo del M5s, Desirè Manca, postato ieri sera e a qualche ora di distanza dall’occupazione delle commissioni da parte dei consiglieri di minoranza, da giorni sul piede di guerra per il caos continuità aerea.

Tra i consiglieri di opposizione che hanno tentato di paralizzare l’attività dei parlamentini, c’era anche Manca, che sarebbe stata pesantemente insultata dell’esponente dell’Udc. “Il collega mi ha apostrofato dandomi della tonta– le parole della consigliera- dicendomi che non rappresento nulla e che dal nulla arrivo e nel nulla devo tornare, condendo il tutto con il classico stronza. Ma la parte peggiore sono stati i commenti sessisti sul mio aspetto, sul fatto che a suo avviso dovrei coprirmi. Mi è stato suggerito anche un cambio di pettinatura”. Conclude Manca: “Da quando frequento la politica ho subito diversi attacchi, ma una violenza sessista, misogina e volgare come quella di oggi, che nessuna persona, uomo o donna, dovrebbe subire, mi fa capire che sto andando nella giusta direzione. Sono certa che questa non sarà l’ultima volta, ma se veramente credono di spaventarmi urlando e sbavando, stanno perdendo il loro tempo”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»