Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Malattie rare, Lorenzin: “La scienza va avanti ma pensare ai pazienti”

Il ministro della Salute in occasione della Giornata delle Malattie Rare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La scienza sta facendo un grande lavoro e nel frattempo dobbiamo prendere in carico il paziente: lo abbiamo fatto sia per quanto riguarda i Lea (Livelli essenziali di assistenza) sia per il fast truck autorizzatorio per i farmaci, ma anche per la terapia del dolore che e’ un diritto”.

Lo ha detto il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in occasione oggi della Giornata delle Malattie Rare, a margine della cerimonia di riconoscimento del carattere scientifico Irccs alla Fondazione Policlinico Universitario ‘Agostino Gemelli’ di Roma.
“I malati rari e le loro famiglie sono stati nel mio cuore fin dal primo giorno- ha proseguito Lorenzin- Ho avuto un primo contatto con il mondo delle malattie rare con Stamina e quindi ho capito profondamente la solitudine di queste famiglie, ne ho parlato anche con il Santo Padre”.

Nei Lea, ha infine concluso il ministro, “abbiamo riconosciuto 118 malattie e stiamo andando avanti con un meccanismo di aggiornamento costante”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»