Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’Ordine di Malta riceve a Roma il presidente tedesco Steinmeier

ordine malta visita steinmeier
Nell'incontro con il Gran Cancelliere Boeselager un focus su migranti, pandemia e Libano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Le grandi sfide umanitarie di oggi, tra cui quella dei migranti e la crisi in Libano, sono stati alcuni dei temi al centro dei colloqui tra il presidente della Germania Frank-Walter Steinmeier e il Gran Cancelliere dell’Ordine di Malta, Albrecht Boeselager. Come riferisce una nota dell’Ordine, il capo di Stato della Repubblica federale tedesca è stato infatti ricevuto stamani alla Villa Magistrale a Roma, sede di governo dell’Ordine di Malta. Accompagnato dalla moglie Elke Büdenbender, il presidente è stato ricevuto con gli onori militari dal Luogotenente di Gran Maestro Fra’ Marco Luzzago.

Nel corso della visita, la prima da quando sono state allacciate le relazioni diplomatiche tra l’Ordine e la Germania nel 2017, il Gran Cancelliere Boeselager e il presidente Steinmeier hanno avuto un colloquio che ha spaziato su molti temi di attualità. Le grandi sfide umanitarie a partire dal crescente numero di rifugiati e sfollati, a cui è legato il fenomeno del traffico di esseri umani; poi la crisi pandemica, le minacce alla pace e alla stabilità e le persecuzioni di minoranze in molte aree del mondo. Il presidente Steinmeier ha menzionato in particolare la grave crisi in cui versa il Libano e il timore di una nuova fase di confronto. Il Gran Cancelliere ha illustrato l’importante ruolo svolto dall’Ordine di Malta nel Paese dei cedri dove molti progetti di assistenza medico-sociale sono realizzati in collaborazione con le diverse comunità sciite e sunnite. A tale proposito, è stato illustrato anche il ruolo che le istituzioni religiose svolgono nel promuovere il dialogo e la stabilità e l’importanza del dialogo interreligioso.

Nel corso dell’incontro è stato così citato il ‘Religious Compact‘, il documento promosso dall’Ordine di Malta, e nato dalla collaborazione tra rappresentanti di fedi diverse, il cui scopo è promuovere i valori condivisi per il rispetto dei diritti umani. Il presidente tedesco e il Gran Cancelliere hanno poi auspicato una maggiore sinergia tra i Paesi europei in materia di migrazioni.

L’Ordine di Malta in Germania è molto impegnato nel settore dell’accoglienza e dell’integrazione di migranti. Con trenta anni di esperienza, ha sviluppato un modello virtuoso per l’assistenza di oltre 1,5 milioni di migranti provenienti da 75 Paesi diversi. Attualmente l’organismo dell’Ordine di Malta preposto a questa attività, il Malteser Werke, gestisce più di 50 centri di assistenza in tutta la Germania, offrendo non solo un luogo sicuro ma anche assistenza sociale, legale e percorsi di integrazione. In Iraq invece, il governo federale tedesco sostiene progetti dell’Ordine di Malta per la protezione delle minoranze, mentre ad Haiti contribuisce all’attività di ricostruzione post-sismica dell’Agenzia internazionale di soccorso dell’Ordine, Malteser International.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»