In Uganda la storia di Aber (Uwocaso): “Io, sopravvissuta al cancro e testimone”

Nei giorni della campagna di screening promossa da Afron, Aber è sempre presente, pronta a distribuire brochure, a parlare con le donne, a insegnare loro l'autopalpazione, a dare consigli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

GULU (UGANDA) – “Ho avuto il cancro, mi sono curata e sono tornata alla normalità”. Oggi Aber Majuma fa la parrucchiera, e’ impegnata attivamente nell’advocacy per i pazienti oncologici con l’associazione Uwocaso (Ugandan Women Cancer Support Organisation) e sta facendo di tutto per riprendersi i suoi figli che ha perso mentre era sotto terapia, dopo esser stata lasciata dall’uomo con cui aveva avuto un terzo figlio, proprio al momento della diagnosi, nel 2007. Nei giorni della campagna di screening promossa da Afron, Aber è sempre presente, pronta a distribuire brochure, a parlare con le donne, a insegnare loro l’autopalpazione, a dare consigli. “Nel 2007 ho scoperto di avere un cancro al seno” racconta all’agenzia Dire.

“Mi sono sottoposta alla chirurgia e poi sono stata seguita al Mulago Hospital, dove andai all’inizio con mia madre e dove poi rimasi da sola con il mio bambino piccolo. Mi ha aiutato mio fratello perché le spese per le cure del cancro sono altissime. Vi mostro la ricevuta di uno solo dei tanti test ai quali mi sono sottoposta: 600.800 scellini”. Aber non si e’ mai arresa: ha combattuto anche per curarsi. “Prima la radio, poi la chemioterapia” racconta. “Ho scelto di far parte delle Uwocaso per parlare alle altre donne, per invitarle ad ascoltarsi, a tirar fuori le proprie storie, i sintomi e i segni che possano essere indizi del cancro. Agli uomini dico che se le loro donne si ammalano, devono assisterle, ci si puo’ curare e tornare alla normalita’. Cosi’ e’ accaduto a me”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»