fbpx

Tg Pediatria, edizione del 25 luglio 2019

MORBILLO, COPERTURA VACCINALE LONTANA DAL TARGET

Continua a destare preoccupazione il mancato raggiungimento dell’obiettivo del 95% per la vaccinazione contro morbillo-parotite-rosolia. La copertura per la prima dose di vaccino arriva, infatti, solo al 93%, mentre la Provincia Autonoma di Bolzano ha una copertura inferiore al 90%”, secondo quanto risulta dai dati 2018 elaborati dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria del ministero della Salute.

ONCOLOGIA, PESSION (UNIBO): È CAMBIATA LA STORIA, 80% BIMBI VIVE

“Abbiamo cambiato la storia naturale del cancro in età pediatrica, capovolgendo la prognosi, e oggi oltre l’80% dei casi vive”. Lo fa sapere Andrea Pession, professore di Pediatria all’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (Unibo), che puntualizza: “In Oncologia pediatrica quando la mia generazione si laureava solo 10 casi su 100 sopravvivevano”. Ma gli obiettivi non finiscono qui.

EMERGENZA, IN ITALIA MANCA TRASPORTO AD HOC BAMBINI GRAVI

Per l’Italia “è l’ora di dotarsi di un sistema di trasporto ad hoc per i bambini in stato di emergenza, che permetta loro di ottenere le migliori possibilità di cura”. A dirlo è Allan De Caen, pediatra dello Stollery Children’s Hospital Edmonton in Canada e giudice dei Pediatric Simulation Games 2019 della Simeup. “È arrivato il momento di dar vita a un team e un servizio specializzato per i bambini in condizioni di emergenza- aggiunge- perché questa opzione esiste per i neonati e per gli adulti, mentre resta escluso chi ha più di un mese e meno di 11 anni”.

SHOCK ANAFILATTICO, SIAIP: DIAGNOSI ERRATA NEL 50% DEI CASI

Diagnosi errata nel 50% dei casi di anafilassi, la grave reazione allergica comunemente conosciuta come ‘shock anafilattico’. È quanto emerge da uno studio epistemologico condotto da Mauro Calvani, responsabile della commissione per le allergie alimentari della Società italiana di immuno-allergologia pediatrica (Siaip).

VIOLENZE PLURIME, CIPOLLA: PEDIATRA PUÒ ESSERE SENTINELLA

Violenze plurime, assistita e di genere. Ecco le nuove frontiere del maltrattamento sui minori secondo Domenico Cipolla, direttore della Uoc di Pediatria dell’Asp di Palermo. Il medico, ascoltato dalla Dire, spazia dal fenomeno migratorio, riletto sotto la lente della vittimizzazione minorile, ai bambini orfani speciali, figli di donne morte per femminicidio. Ma non solo. “C’è tutto l’universo della rete, dove impera il fenomeno dell’adescamento on line, il cosiddetto ‘grooming'”. In questo mondo a tinte fosche un ruolo importante, afferma Cipolla, può essere giocato dal pediatra, vera “sentinella sul territorio”. Ecco la sua proposta.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

25 Luglio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»