hamburger menu

L’audio di Giulia Cecchettin ad un’amica: “Vorrei non vederlo più ma ho paura per lui, mi sento in colpa”

In un messaggio vocale che è stato diffuso dal programma 'Chi l'ha visto', Giulia Cecchettin racconta il disagio per l'insistenza di Filippo Turetta e come lui la facesse sentire in colpa per averla lasciata

Pubblicato:23-11-2023 08:31
Ultimo aggiornamento:23-11-2023 14:59
Canale: Veneto
Autore:
giulia cecchettin
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Giulia Cecchettin non voleva avere più contatti con Filippo Turetta: era arrivata a questa conclusione vista l’insistenza con cui il suo ex fidanzato le chiedeva di vederla (la criminologa Roberta Bruzzone ha parlato di “assedio”), ma non aveva ancora tagliato i ponti perché aveva paura che lui potesse farsi del male. “Comincio a non sopportarlo più, mi pesa. Vorrei che sparisse”: Giulia lo aveva confidato a una sua amica in un messaggio vocale che oggi suona quanto mai drammatico. Giulia aveva capito che il comportamento di Turetta stava passando la misura, ma ha avuto paura che lui si potesse suicidare, visto che lo ripeteva di continuo, le diceva di essere depresso e che gli unici momenti felici per lui erano quando la vedeva o sentiva. Lo stesso ragazzo che la sera dell’11 novembre, dopo aver mangiato con lei in un fastfood, l’ha violentemente aggredita a pugni e poi colpita ripetutamente con un coltello per poi caricarla sulla sua Punto dove la 22enne è morta dissanguata.

L’audio con la voce di Giulia è stato fatto ascoltare ieri sera durante la puntata di ‘Chi l’ha visto’ e un’anticipazione era passata anche dal Tg1 delle 20. Ecco le parole di Giulia: “Mi sento in una situazione in cui vorrei che sparisse, vorrei non avere più contatti con lui, però allo stesso tempo lui mi viene a dire cose del tipo che è superdepresso, che ha smesso di mangiare, che passa le giornate a guardare il soffitto, che pensa solo ad ammazzarsi, che vorrebbe morire. Non me le viene a dire per forza, secondo me, come ricatto, però suonano molto come ricatto. E allo stesso tempo mi viene a dire che l’unica luce che vede nelle sue giornate sono le uscite con me, o i momenti in cui io gli scrivo“. E quindi questa cosa con il fatto che io vorrei non vederlo perchè comincio a non sopportarlo più, mi pesa. Vorrei fortemente sparire dalla sua vita, ma non so come farlo perché mi sento in colpa perché ho troppa paura che possa farsi male in qualche modo”.

LEGGI ANCHE: Femminicidio Cecchettin, il tribunale tedesco ha disposto l’estradizione di Filippo Turetta
LEGGI ANCHE: Giulia Cecchettin, l’appello della sorella: “Turetta è il figlio sano del patriarcato. Uomini vigilate sui vostri amici”

LEGGI ANCHE: Dietro uomini violenti spesso “esempi sbagliati dalle madri”, è polemica per le parole di Simonetta Matone (Lega)
LEGGI ANCHE: Caso Cecchettin, lo psicoterapeuta: “Filippo un soggetto violento, tollerato in famiglia”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-11-23T14:59:59+01:00

Ti potrebbe interessare: