Salvini davanti al murale: “La mia storia d’amore è con gli italiani”

Stava comprando una camicia a due passi dal parlamento e alla fine ha deciso di fare un salto a vederlo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Mentre impazza sui social il murale che ritrae Matteo Salvini e Luigi Di Maio che si baciano, il leader della Lega, impegnato a comprare una camicia nuova a due passi dal Parlamento, decide di andare in prima persona a vedere l’immagine che sta circolando in rete.

Dov’è l’opera d’arte?“, chiede ai tanti cronisti che lo accompagnano in questo fuori programma capitolino mentre le Camere sono alle prese con la votazione dei presidenti. “E’ bruttina, de gustibus… Ho altre preferenze…“, scherza subito Salvini.

Al cronista che gli chiede un commento sulla storia d’amore con il M5S, il leghista risponde: “La storia d’amore noi ce l’abbiamo con gli italiani. E pur di dar loro risposte sono disposto ad abbracciarmi con chiunque“.

Eppure il bacio (politico) lo aveva provato all’inizio? “Bacio chi scelgo io, con tutto il rispetto…“, dice ancora.

Un altro gli fa notare che nel murales manca Silvio Berlusconi. E’ il terzo incomodo? “Più gente c’è e meglio è“, replica con il sorriso. “Noi vogliamo che la gente si voglia bene, mi sembra restrittivo questo volersi bene a due. Dobbiamo volerci bene a tre, a quattro, a cinque“.

Infine, guardando il murales Salvini lascia l’ultimo commento: “Vedo che prendo io l’iniziativa… Ma io sono timido in politica e nella vita privata“.




Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»