Berlusconi: “Nuove elezioni in settembre, dirigenti Lega tutti stanchi del M5s”

"Solo il centrodestra unito potrà vincere anche le prossime elezioni", ammonisce l'ex presidente del Consiglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il governo Conte sostenuto da Lega e M5s “credo che cadrà se il risultato di queste elezioni vedrà l’insuccesso dei 5 stelle e una buona affermazione di Berlusconi e Forza Italia”, dice Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, su Corriere Tv. Cosa si augura? “Per quanto mi riguarda io preferisco che il capo dello Stato decida per nuove elezioni in settembre. Io vorrei che un nuovo governo poggiasse sul risultato di nuove elezioni”. 

“FDI DOPO RISULTATI DOVRÀ RITUFFARSI NELLA REALTÀ”

Alla considerazione, ‘Fratelli d’Italia sembra puntare a un accordo con la Lega senza di voi, Berlusconi ha risposto: “Sì, è fuori della realtà. Questa tattica per ottenere voti per arrivare al 4% che non è sicuro. Mi dispiaccio per la campagna che porta avanti Fratelli d’Italia però dopo i risultati delle elezioni dovrà rituffarsi nella realtà e tornare nel centrodestra perché soltanto uniti potrà vincere anche le future elezioni per ritornare al governo il paese. Forza Italia nel centrodestra è la garanzia di mantenere in Italia i diritti di democrazia e libertà anziché la deriva autoritaristica che vogliono portare i 5 stelle”.

“IO NON PARLO PIU’ DI POLITICA CON SALVINI”

“Io e Salvini non parliamo da un po’ di tempo di politica, preferisco non parlarne con lui e lui non introduce l’argomento. Parlano di politica i nostri dirigenti e devo dire che non ho ancora trovato un dirigente della Lega che voglia continuare con questo governo con M5s“, dice ancora Berlusconi.

“Salvini- aggiunge Berlusconi- dice che lui è leale, che rispetta i patti. Io gli dico che il patto più importante lo ha fatto con gli elettori con il programma di centrodestra con cui ci siamo presentati alle elezioni”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

22 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»