Il 70% dei giapponesi è favorevole alla vaccinazione

vaccinazione
Solo il 17,5% della popolazione è contrario al farmaco immunizzante, ma il 75,5% teme effetti dannosi sulla salute. Nel frattempo Fujifilm avvia una seconda sperimentazione su Avigan
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

TOKYO – Da un recente sondaggio diffuso dai media nazionali è emerso che la percentuale di giapponesi favorevoli alla vaccinazione e disposta a farsi vaccinare è salita al 70,1%, mentre i contrari sono scesi al 17,5% e gli indecisi al 12,4%. Per età, la percentuale maggiore di favorevoli è tra gli over 60, con l’80%. Allo stesso tempo, però, ben il 75,5% degli intervistati ha dichiarato di temere riguardo a possibili effetti dannosi dei vaccini sulla salute, pur ritenendoli in questa fase necessari per la ripresa della vita normale.

FUJIFILM RIAVVIA LA SPERIMENTAZIONE CLINICA SU AVIGAN

Il colosso farmaceutico giapponese Fujifilm Holdings Corp. avvierà una seconda sperimentazione clinica in Giappone del suo farmaco antivirale Avigan per il trattamento del Covid-19. Il nuovo studio, che coinvolgerà un campione di 270 pazienti, servirà da base per una nuova richiesta di autorizzazione alla vendita al ministero della Salute, che l’azienda presenterà il prossimo ottobre. Il farmaco in questione, approvato come trattamento antinfluenzale, era stato ritenuto, al termine del primo studio, potenzialmente pericoloso per donne in gravidanza e gli studi sulla sua efficacia si erano conclusi senza alcuna chiara conferma. Avigan, che fino a quando non verrà dato il via libera del ministero resterà fuori commercio, è attualmente in vendita come trattamento anti Covid-19 in Russia, India e Indonesia.

LEGGI ANCHE: In Giappone bufera social contro capo Comitato Olimpico Mori per frase sessista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»