hamburger menu

Dalla Regione Calabria due avvisi per la Cultura, previsti oltre 3 mln di euro

Vicepresidente Princi: "pensiamo agli eventi storicizzati, ma anche a quelli in fase di crescita"

Pubblicato:20-09-2022 12:43
Ultimo aggiornamento:20-09-2022 12:43
Canale: Calabria
Autore:
consiglio regionale della calabria (1)
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

REGGIO CALABRIA – Ammonta a oltre 3 milioni di euro la dotazione economica di due avvisi pubblici che la Regione Calabria ha attivato per gli eventi di promozione culturale ed attività culturali sul territorio regionale. “Nell’ambito del piano di rafforzamento e riorganizzazione del settore cultura insieme al presidente Roberto Occhiuto abbiamo pensato che il complesso e variegato cartellone di eventi culturali, storicizzati ma anche in fase di crescita strutturale, necessitava di un forte finanziamento di sostegno. Da qui la pubblicazione di questi due avvisi che, già in pre-informazione da luglio scorso, daranno linfa ad un settore che merita spazio per l’impatto che certamente produce sulla collettività”. Così la vicepresidente della Regione Calabria, Giusi Princi, con delega alla Cultura. “Si tratta – aggiunge – di un corposo investimento pianificato per dare un sostegno agli eventi che sono ormai consolidati nel calendario culturale in Calabria, ma anche con una particolare attenzione al sostegno delle diverse attività che animano il territorio nel settore”.

“Il primo avviso già pubblicato nelle settimane scorse – prosegue Princi – prevede uno stanziamento di un milione e duecentomila euro, interessa progetti culturali contraddistinti dalla loro storicizzazione con più edizioni alle spalle. Il secondo avviso, pubblicato oggi – conclude – prevede un investimento di 2 milioni di euro articolato in sei tipologie di intervento: letterario, teatrale amatoriale a carattere identitario, esibizioni di orchestra opera lirico-sinfonica, jazz, canto classico e danza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-20T12:43:31+01:00