Tg Pediatria, edizione del 20 maggio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– RUSSO (SIP): IN 2 MESI DIFFICILE VACCINARE ADOLESCENTI, PUNTARE SU SCUOLA

La Fda ha dato il via libera al vaccino Pfizer-BioNtech per i ragazzi tra i 12 e i 15 anni e dal mese prossimo ci sarà negli Stati Uniti un’estensione dell’offerta vaccinale anche al di sotto dei 12 anni. In Europa manca ancora l’ok dell’Ema e non è detto che si riuscirà a raggiungere per settembre la protezione dei più giovani: “Non sappiamo se a luglio saremo pronti a partire e in ogni caso in due mesi sarà molto difficile riuscire a vaccinare tutti- sottolinea Rocco Russo, responsabile del Tavolo Vaccinazioni Sip- perché si sovrappongono anche le vaccinazioni delle altre fasce di età”. Occorrerà “investire in risorse sul territorio” per arrivare a “un modello organizzativo strutturato”. La scuola, secondo il pediatra, potrà giocare un ruolo centrale.

– PALMA (BAMBINO GESÙ): VACCINARE ADOLESCENTI È AIUTO CONTRO VARIANTI

“Il vaccino autorizzato per i ragazzi tra i 12 e i 15 anni non sarà una panacea, autorizzazione non vuol dire soluzione. Sarà però importante vaccinare questi ragazzi per impedire che sacche non protette di popolazione possano dare spazio a varianti, che potrebbero rendere inefficaci o parzialmente efficaci i vaccini che attualmente stanno proteggendo gli adulti”. Lo dice Paolo Palma, responsabile del reparto di Immunologia clinica e Vaccinologia pediatrica dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, che spiega i risultati dello studio di Pfizer su 2.260 adolescenti.

– 225 ANNI FA L’ANTIVAIOLO, SITIP: HA CAMBIATO STORIA UMANITÀ

Il 14 maggio del 1796 Edoardo Jenner inoculò per la prima volta il virus del vaiolo bovino in un bambino per dimostrare la sua teoria: chi veniva in contatto con questo virus diventava poi immune al vaiolo umano. “Il grande merito di questo medico è di aver inventato la vaccinazione e di avere dimostrato, per la prima volta nella storia dell’umanità, che questo poteva proteggere le persone. Lo ha fatto con un metodo per noi oggi impossibile, ma dobbiamo sempre tenere presente che parliamo di una sperimentazione avvenuta oltre due secoli fa”. A commentare la ricorrenza è Guido Castelli Gattinara, presidente Sitip.

– IL 25 MAGGIO CONGRESSO SIP PARTE DA ‘PEDIATRA DIE’ ED EPIGENETICA

Cinquecento relazioni, 800 professionisti e 31 letture magistrali, il tutto distribuito in uno spazio virtuale di 10 sale, di cui una plenaria. Sono i numeri del 76esimo Congresso Italiano di Pediatria, organizzato dalla Sip, in programma dal 25 al 28 maggio. Il 25 maggio sarà non solo il giorno di apertura dei lavori, ma anche il ‘Pediatra die in puero homo’, una giornata di celebrazione delle pediatre e dei pediatri che il presidente della Sip, Alberto Villani, aprirà con una relazione sull’epigenetica per sottolineare l’importanza del ruolo del pediatra: “Agire precocemente nell’interesse della salute- dice- significa migliorare le condizioni di vita”.

– DISTURBI NEUROSVILUPPO, NASCE IN SICILIA CENTRO ENTHEOS-IDO

Sarà inaugurato il 22 maggio Entheos-IdO di Francofonte, un centro per la diagnosi e la terapia dei disturbi del neurosviluppo con un approccio multidisciplinare, che porterà il modello DERBBI dell’IdO nella Sicilia orientale. Entheos è stato fortemente voluto da Sabrina Scalone, psicologa e psicoterapeuta dell’IdO, che del centro sarà la responsabile.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»