Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Migranti, l’appello di Mediterranea: “Nave Mare Jonio ancora sotto sequestro, liberatela”

"Sarebbero sufficienti le tre firme dei ministri dell’interno, della Difesa e dei Trasporti. Liberatela"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La nave Mare Jonio continua a essere sotto sequestro. Ormeggiata. Prigioniera. Un vecchio rimorchiatore del 1972 che ha trovato nuova giovinezza per monitorare il Mediterraneo centrale e testimoniare le nefandezze che l’Europa e la Libia continuano a perpetrare. Un vecchio rimorchiatore, la Mare Jonio, con cui abbiamo salvato decine e decine di persone dalla morte in mare”. Lo scrive su Facebook Mediterranea Saving Humans, la rete delle associazioni italiane che con Nave Mare Jonio nell’ultimo anno ha monitorato il Mediterraneo centrale, salvando vite, e che da alcuni mesi è sequestrata in un porto della Sicilia.

“Leggi disumane e ministri complici la tengono prigioniera. Eppure – conclude Mediterranea – sarebbero sufficienti le tre firme dei ministri dell’Interno, della Difesa e dei Trasporti. Liberatela. #FreeMareJonio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»