Disturbi gastrointestinali e ansia colpiscono 30% bimbi; Arriva l’ecografia polmonare anche in età pediatrica

DISTURBI GASTROINTESTINALI E ANSIA COLPISCONO 30% BIMBI

È esperienza comune che ansia e depressione accelerino o rallentino il tratto gastrointestinale. A fare il punto sulla relazione tra depressione, ansia e disturbi del tratto gastrointestinale nell’infanzia è Carlo di Lorenzo, direttore della Divisione di Gastroenterologia Pediatrica e Nutrizione presso il Nationwide Children’s Hospital in Ohio (Stati Uniti).

FEGATO GRASSO, IN ITALIA NE SOFFRONO 1,5 MILIONI DI BAMBINI

Il fegato grasso è spesso “una patologia non sintomatica. Il bambino gode di un benessere notevole, discreto, a volte anche assoluto e ciò rende difficile la diagnosi”. Fattori predisponenti esistono, “primo fra tutti l’obesità che rende il fegato ricco di grasso. Il secondo è l’assenza di movimento, che non permette a questo grasso di essere consumato e, quindi, si deposita e da’ inizio a un processo infiammatorio e in seguito fibrotico”. Lancia l’allarme Valerio Nobili, responsabile del reparto di Epatologia Gastroentorologia e Nutrizione dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesu’ di Roma, perché’ i numeri sono preoccupanti.

SIMEONI (UNIVERSITÀ LOSANNA): AMBIENTE INIZIO VITA INCIDE SU SALUTE

L’interazione tra l’ambiente dell’inizio della vita (gravidanza e prima infanzia) e il genoma (la
costituzione del bambino) determina in maniera importante le traiettorie di sviluppo. “Gli ultimi progressi fatti nelle biotecnologie e nell’epidemiologia hanno dimostrato che l’ambiente precoce al quale il bambino e’ esposto ha un’importanza maggiore per tutta la sua vita e la sua traiettoria di vita verso la salute o verso un rischio accentuato di malattie anche da adulto”. A parlarne e’ Umberto Simeoni, professore di Pediatria alla Facolta’ di Biologia e Medicina dell’Universita’ di Losanna.

EMERGENZA PEDIATRI, CIPE-SISPE-SINSPE LANCIANO PROPOSTE

La Federazione CIPe-SISPe-SINSPe lancia tre proposte alternative per gestire il pensionamento nei prossimi 5 anni di quasi il 50% dei pediatri di famiglia.

ARRIVA L’ECOGRAFIA POLMONARE ANCHE IN ETÀ PEDIATRICA

Ecografia polmonare, una metodica eccellente utilizzata da poco anche nel bambino e rappresenta un’ottima accuratezza diagnostica in età pediatrica. La presenta Alberto Chiara, presidente della Societa’ Italiana di Pediatria Ospedaliera.

19 Luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»