Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vaccino, Speranza: “Il 28 maggio possibile ok di Ema a Pfizer per i 12-15enni”

scuola_aula_banchi-2-scaled-1-e1611162464689
Il ministro della Salute al question time alla Camera annuncia il probabile via libera dell'Agenzia europea del farmaco alla somministrazione del siero anche agli adolescenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ad oggi quasi un terzo degli italiani ha avuto una prima dose somministrata e questo è un dato importante, positivo e incoraggiante. In tutto siamo arrivati a 28 milioni e mezzo circa di dosi somministrate. Abbiamo protetto nel nostro piano in primis le fasce più deboli, i fragili e gli anziani, le persone che incontrando il virus potevano avere un rischio più alto. Oggi si pone con grande attualità il tema di andare chiaramente anche alle altre generazioni”. Lo ha fatto sapere il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante il question time alla Camera in merito alla somministrazione del vaccino Pfizer a ragazze e ragazzi della fascia d’età 12-15 anni. “Il tema dell’estensione delle vaccinazioni e della campagna di vaccinazione alle fasce più giovani è molto delicato e di particolare attenzione – ha proseguito Speranza – perché come è noto i vaccini oggi ho approvati da Ema e da Aifa hanno una limitazione anagrafica, solo il vaccino Pfizer è utilizzabile dai 16 anni, tutti gli altri vaccini sono invece utilizzabili soltanto a partire dai 18 anni”.

LEGGI ANCHE: Il green pass avrà durata diversa a seconda del vaccino ricevuto. Ecco i tempi

“AUSPICO VIA LIBERA DI EMA ALLA FASCIA 12-15 ANNI A PARTIRE DAL 28 MAGGIO”

Dopo l’approvazione della Fda alla somministrazione di Pfizer anche per la fascia di età 12-15 anni negli Stati Uniti, si attende anche il parere dell’Ema: in caso di via libera anche dell’Agenzia europea del farmaco, l’Italia è pronta ad estendere la campagna vaccinale anche agli adolescenti. “Nella fase che arriva abbiamo circa 20 milioni di dosi che saranno a disposizione del nostro Paese per il mese di giugno – ha spiegato Speranza – e questo ci può consentire senz’altro di estendere le vaccinazioni ad altre generazioni. Il nostro auspicio, e anche le informazioni di cui siamo in possesso, ci portano a ritenere che il 28 maggio Ema possa dare l’ok a Pfizer anche per la fascia 12-15 anni. Questo sarebbe un fatto molto importante – ha proseguito il ministro durante il question time alla Camera – che ci consentirebbe, così come già è avvenuto negli Stati Uniti d’America, di allargare ad altre fasce di età la nostra campagna di vaccinazione. Ci sono tra l’altro studi in corso anche per fasce generazionali ancora più giovani“.

LEGGI ANCHE: Figliuolo: “Reithera attende l’ok di Ema, ma a fine giugno avremo il vaccino CureVac”

“ESSENZIALE VACCINARE I GIOVANI IN VISTA DEL PROSSIMO ANNO SCOLASTICO”

La vaccinazione per le fasce più giovani, secondo Speranza, è “altamente strategica e noi la riteniamo essenziale soprattutto in vista della ripresa del prossimo anno scolastico. Il governo è a lavoro con il Commissario straordinario – ha aggiunto ancora il ministro della Salute – per costruire un adeguamento del piano a questa disposizione, che ci aspettiamo da Ema appunto per la fine del mese, che ci metta nelle condizioni di costruire anche una comunicazione che renda consapevoli le persone dentro un elemento, che ormai penso sia di dominio comune nel nostro Paese, cioè che la campagna di vaccinazione è l’arma più rilevante di cui disponiamo per chiudere definitivamente questa stagione così difficile”, ha concluso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»