Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

‘Tutti per 1 -1 per tutti’, Favino: “La fantasia oggi è necessaria”

film moschettieri
Maccanico (Sky): "In questo momento i film devono andare dalle persone"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’abbandono di ruolo per inseguire un ideale, la tenerezza, la solidarieta’, l’amore e l’amicizia. Ma anche la comicita’, la liberta’, la fantasia e tre moschettieri interpretati da tre straordinari attori del cinema italiano: Pierfrancesco Favino, Rocco Papaleo e Valerio Mastandrea. Un film evento che debutta in un Natale inusuale in cui non resta che giocare con il sogno e l’immaginazione. Tutto questo e’ ‘Tutti per 1-1 per tutti’, “non un sequel dei ‘Moschettieri del Re – La penultima missione'”, come ha detto il regista e sceneggiatore Giovanni Veronesi, durante la conferenza stampa virtuale del film, ma una seconda avventura, che vede il ritorno di D’Artagnan (Favino), Porthos (Mastandrea) e Athos (Papaleo). Sempre goliardici ma piu’ ‘arruginiti’, il trio si riunisce per un’ultimissima missione che ha come obiettivo quello di permettere a due giovanissimi innamorati di stare insieme. All’appello manca Sergio Rubini, che nel primo film ha interpretato Aramis. Veronesi, pero’, ha trovato una forma ‘ululante’ per farlo ritornare anche qui.

LEGGI ANCHE: Harry Potter cambia giorno: quando vanno in onda gli ultimi due film

Cartoni Disney e film in tv a Natale: la programmazione

‘Natale in casa Cupiello’, la Rai porta il teatro in tv

“Sono felice di essere tornato nei panni di D’Artagnan perche’ ti permette di essere il bambino non che eri ma che sei ora. È un personaggio che amo perche’ non mi confina nel probabile, con cui mi devo confrontare quotidianamente. E oggi piu’ che mai, anche nel cinema, c’e’ bisogno di andare al di la’ delle nostre abitudini”, ha detto Favino, in riferimento alla difficile situazione pandemica che sta vivendo tutto il mondo. Proprio per questo “la fantasia e’ fondamentale e necessaria, ne abbiamo tutti bisogno. Per me e’ lenitiva e sono contento che questo film si veda ora”, ha concluso l’attore. “La fantasia e’ uno dei motivi per cui molti di noi fanno questo mestiere. Il cinema ha il compito di portare lo spettatore da un’altra parte e fargli vedere le cose come, forse, non le ha mai viste”, ha aggiunto Mastandrea.

LE MASCHERINE SUL SET E NEL FILM

Il ‘family’ di Veronesi e’ stato girato tra agosto e ottobre 2020, nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid, e il regista ha spiegato il perché della scena iniziale con i bambini con la mascherina. Un momento della narrazione non presente sulla sceneggiatura ma nato durante le riprese: “non vuole essere una pellicola sulla pandemia ma quando ho visto arrivare sul set i bambini e i loro genitori con le mascherine ho pensato che fosse un’immagine unica e irripetibile. Si vedevano solo i loro occhi e attraverso questi ho raccontato una storia del passato in cui si era più liberi”, ha spiegato il regista.

AMORE, RISATE E CAMEI

In questa storia c’è anche l’amore. Sentimenti che vengono espressi anche dall’intramontabile ‘La cura’ di Franco Battiato che per Veronesi “è la canzone d’amore per antonomasia degli ultimi trenta-quartant’anni. Battiato non ha mai dato questo brano a nessun film”. Tra risate ed emozioni inaspettate, questa pellicola ha accolto tre camei: il tennista Adriano Panatta, l’imitatore e comico Ubaldo Pantani e Giuliano Sangiorgi. Per il regista il frontman dei Negramaro, che nel film appare con gli abiti del Seicento e una parrucca, “è uguale a Lucio Dalla. Se dovessero fare un biopic su di lui, Giuliano è pronto”. Nel cast del film anche Margherita Buy nel ruolo di Regina Anna d’Austria, Anna Ferzetti in quello di Enrichetta d’Inghilterra, Giulia Michelini in quello di TomTom, Guido Caprino in quello di Cyrano, Federico Ielapi in quello di Uno/Buffon, Sara Ciocca in quello della principessa Ginevra e Giulio Scarpati in quelli di Beghelì.

IL DEBUTTO SULLE PIATTAFORME

Tutti per 1-1 per tutti’ (una produzione Indiana Production e Vision Distribution) è il primo di una lunga serie di film targati Sky Original che debutterà in prima assoluta su Sky il 25 dicembre, alle 21.15, e sarà disponibile anche on demand e in streaming su NOW TV. “Questo progetto è la rappresentazione piu’ profonda dell’approccio che ha Sky nei confronti del cinema. Sky e’ a supporto della settima arte, che e’ un modello di intrattenimento solido con una enorme prospettiva”, ha detto Nicola Maccanico, Executive Vice President Programming Sky Italia, CEO Vision Distribution. “Qui Sky combina il suo essere broadcaster e distributore cinematografico con Vision Distribution nell’interesse del pubblico e per mettere in connessione il cinema con il pubblico. Siamo in un momento- ha continuato- in cui le persone non possono andare a trovare i film nel loro luogo tradizionale, ma è il cinema che deve andare dove sono le persone”. Maccanico ha poi concluso: ‘Tutti per 1-1 per tutti’ e’ un prodotto Sky Cinema che sara’ reso disponibile a tutti gli abbonati Sky”.

TUTTI PER 1 – 1 PER TUTTI, TRAMA

D’Artagnan (Pierfrancesco Favino), Porthos (Valerio Mastandrea) e Athos (Rocco Papaleo) vengono richiamati dalla Regina Anna d’Austria (Margherita Buy) per un’ultimissima missione segreta. Guidati stavolta da una singolare veggente di nome Tomtom (Giulia Michelini), si lanceranno in una nuova, mirabolante, avventura che intreccerà i destini della piccola principessa Ginevra (Sara Ciocca), figlia di Enrichetta d’Inghilterra (Anna Ferzetti), e Buffon (Federico Ielapi), un giovanissimo e riccioluto orfanello. In un viaggio costellato di sfide di ogni genere e incontri fantastici, tra cui quello con Cyrano (Guido Caprino), si troveranno ad affrontare la più dura delle prove: scegliere tra la fedeltà alla Corona e quella all’amicizia.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»