hamburger menu

Damiano dei Måneskin e Giorgia Soleri adottano Ziggy Stardust: il gattino in fin di vita e con gli occhi bicolore

Il micio, il cui nome è un omaggio a David Bowie, era stato salvato un mese fa dall'Oasi Felina di Pianoro. La coppia: "Per quello che fate grazie"

Pubblicato:18-08-2022 10:38
Ultimo aggiornamento:18-08-2022 10:38
Canale: Ambiente
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(Foto dal profilo Fb dell’Oasi Felina di Pianoro)

ROMA – Ha un occhio celeste e uno giallo, conseguenza di una lunga serie di maltrattamenti che lo hanno lasciato debole, spaventato e con un miagolio particolare. Mattia è il gattino bianco salvato dall’Oasi Felina di Pianoro (Bologna) che oggi ha trovato casa: quella di Damiano David dei Måneskin e della fidanzata Giorgia Soleri. Entrambi “fuori di testa” sin da subito per lui.

La storia del piccolo Mattia – oggi ribattezzato dal cantautore e dall’influencer Ziggy Stardust in onore del personaggio di David Bowie per i suoi occhi bicolore– era arrivata alla ribalta social grazie all’impegno dell’Oasi, che ha fatto partire tempestivamente una raccolta fondi in modo da assicurare cure adeguate al micio.

LA STORIA DI MATTIA

È ipovedente, denutrito e debolissimo al punto da fare fatica a reggersi in piedi. Ha molte parti della pelliccia strappate ed è pieno di parassiti che stanno infettando le sue tante ferite. Non ha quasi voce e non riesce neanche a miagolare per quanto è infiammata la sua gola. Non siamo sicuri che riesca a sentire i suoni, le sue difese immunitarie devono essere bassissime e fa moltissima fatica a nutrirsi…”. Così i volontari dell’associazione scrivevano lo scorso luglio.

Oggi, con l’ufficializzazione dell’adozione, nuovi dettagli: “Mattia non mangiava e respirava molto male. Aveva dolori ovunque, il pelo mancante in molti punti e varie ferite sopratutto nella zona del collo. Dopo le prime visite avevamo scoperto che aveva il palato fratturato (per questo non mangiava e respirava male) sicuramente a causa di un calcio o un’altro colpo molto violento, che i dolori alla colonna vertebrale erano causati da colpi simili e che il pelo mancante e le escoriazioni che aveva intorno al collo erano dovute al fatto che era stato tenuto incatenato o legato con una corda”.

L’ADOZIONE DI DAMIANO E GIORGIA

Damiano e Giorgia si erano messi in contatto con la onlus nell’ottobre 2021 dopo l’incendio scoppiato nella struttura in cui avevano perso la vita otto gatti. In quel periodo la prima donazione e un mese fa la visita per conoscere da vicino i mici ospiti.

Con Mattia è stato amore a prima vista, come testimonia il video pubblicato da Giorgia Soleri nelle sue storie di Instagram. Oggi la coppia è grata all’Oasi: “Per tutto quello che fate grazie”, scrive in un biglietto.

IL PRIMO INCONTRO CON DAMIANO E GIORGIA. L’OASI: “DUE RAGAZZI UMILI E SEMPLICI”

“Prima ancora di sapere chi fossero davvero Giorgia e Damiano abbiamo iniziato a parlare con loro e abbiamo capito che avevamo davanti due persone che amano davvero i gatti“, rivela l’Oasi.

Il frontman dei Måneskin e l’influencer hanno da subito preso a cuore la storia del gattino bianco: “Con Giorgia e Damiano è iniziato un lungo dialogo: volevano essere sempre informati sulle condizioni di Mattia e ci chiedevano sempre aggiornamenti. Appena saputo che le condizioni di Mattia sono migliorate- spiega l’associzione- abbiamo fissato il giorno del nostro incontro e qualche giorno fa, senza nessun annuncio e nessun clamore, abbiamo ricevuto la visita di due ragazzi splendidi, umili e semplici. Quando sono venuti da noi hanno voluto visitare tutta l’Oasi e conoscere tutti i mici nostri ospiti”.

“Poi quando finalmente hanno conosciuto Mattia- continua- è stato amore a prima vista. Davvero, è stato incredibile come tra i 3 sia subito scoppiato un amore totale e siamo ancora emozionati al pensarci. Mattia aveva proprio bisogno di essere adottato… e quando ha visto Giorgia e Damiano si è letteralmente buttato tra le loro braccia e ha fatto partire un treno di fusa“.

Damiano e Giorgia erano già proprietari di due gatti, che hanno subito accolto Ziggy senza troppi problemi. Tutto è bene quel che finisce bene si direbbe in questi casi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-18T10:38:08+02:00