Riaperture, Giorgetti: “Volevamo di più, Forza Italia non ci ha appoggiato”

Il ministro dello Sviluppo economico accusa Forza Italia di non aver appoggiato le richieste della Lega in consiglio dei ministri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Un passo in avanti”. Così il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, intervistato dal Corriere della Sera, ha definito le decisioni del consiglio dei ministri di ieri, che ha spostato il coprifuoco alle ore 23 e concesso nuove riaperture, ad esempio per i centri commerciali nel week-end. L’esponente leghista però non ha nascosto che il Carroccio avrebbe voluto un’ulteriore accelerazione: “La nostra idea era: i locali chiudano alle 23 ma si dia la possibilità di rientrare successivamente. Ma questa proposta non è stata accolta”. Anche perché, è l’opinione del ministro, la Lega è rimasta isolata in cdm: “Forza Italia? Non pervenuta. Francamente, mi sarei atteso qualche sostegno in più, coerentemente con le posizioni che leggo sui giornali. La sintesi è stata più prudente rispetto a quello che chiedevamo noi, ma la macchina va nella giusta direzione“.

LEGGI ANCHE: Coprifuoco alle 23 da mercoledì e calendario delle riaperture: cosa cambia con il nuovo decreto

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»