Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Morto il presidente della Tanzania Magufuli

Magufuli
Lo ha annunciato ieri, in serata, la suo vice Samia Suluhu, dopo settimane di incertezza rispetto alle condizioni di salute del capo di Stato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il presidente della Tanzania, John Magufuli, è morto in un ospedale di Dar es Salaam: lo ha annunciato in serata la sua vice Samia Suluhu Hassanu, dopo settimane di incertezza rispetto alle condizioni di salute del capo di Stato. Sessantuno anni, Mafuguli aveva negato in più occasioni la gravità della crisi sanitaria dovuta alla pandemia di Covid-19.

Secondo Saluha, intervenuto con un discorso sul canale televisivo nazionale, Magufuli è deceduto a causa di un “attacco cardiaco”. Secondo questa ricostruzione, il capo di Stato era stato ricoverato domenica. Nelle ultime settimane si erano susseguite numerose voci sulla salute di Magufuli, che non appariva più in televisione o a incontri pubblici dal 27 febbraio. Tra le ipotesi che erano circolate anche la possibiità che avesse contratto il Covid-19, rispetto alla cui diffusione aveva sempre espresso posizione scettiche, e che si stesse facendo curare all’estero. Magufuli era presidente della Tanzania dal 2015.

TANZANIA IN LUTTO PER 14 GIORNI

La Tanzania si prepara a celebrare i 14 giorni di lutto nazionale per la scomparsa del presidente della repubblica, John Magufuli. Lo ha annunciato la vice-presidente Samia Suluhu Hassan ieri in un discorso all’emittente nazionale, la Tbc tv, una volta comunicata la morte del capo dello Stato.

Stando alla Costituzione, ora spetta alla vice-presidente subentrare alla presidenza, ed entro le 24 ore dal decesso dovrà prestare giuramento. È la prima donna ad assumere la guida del Paese dalla sua indipendenza.

Come riferisce la stampa locale, Hassan in giornata incontrerà anche i vertici del Chama Cha Mapinduzi (Ccm), il partito di governo, per nominare il nuovo vice-presidente.
Hassan, 61 anni, si è laureata all’università di Mzumbe e poi ha conseguito un dottorato in economia all’università di Manchester. Ha ricoperto vari incarichi amministrativi e ha lavorato anche al World Food Programme prima di entrare in politica ed essere eletta nel 2000 come deputata alla Camera. E’ stata la prima donna ad essere eletta alla vice-presidenza del paese alle elezioni del 2015, e con Magufuli è stata rieletta per un secondo mandato nel 2020. Ora resterà in carica fino alle prossime elezioni del 2025.

Sempre i media locali riportano che John Magufuli non ha superato alcune complicazioni cardiache. Ricoverato il 6 marzo scorso al Jakaya Kikwete Cardiac Institute di Dar es Salaam, è stato dimesso poco dopo ma domenica 14 marzo si è reso necessario un secondo ricovero d’urgenza presso il Mzena Hospital, sempre nella capitale. Il cuore del capo dello stato tanzaniano, 61 anni, si è fermato intorno alle 18 di ieri.

Da giorni i media internazionali si chiedevano come mai Magufuli non si facesse più vedere pubblicamente. Almeno due esponenti dell’opposizione avevano fatto sapere all’emittente britannica Bbc di aver appreso da fonti vicine al presidente che Magufuli stava avendo problemi di salute, che tra le ipotesi c’era quella di aver contratto il Covid-19 e che doveva trovarsi in Kenya per ricevere i trattamenti. Notizie che la vice-presidente Samia Suluhu Hassan non ha confermato.

PRESIDENTI AFRICANI RICORDANO IL ‘FRATELLO’ MAGUFULI

“Un amico, un collega e una alleato visionario”; “un grande figlio dell’Africa”; “un fratello”: sono solo alcuni delle definizioni e dei ricordi che numerosi leader africani stanno dando in queste ore per rendere omaggio al presidente della Tanzania, John Magufuli, deceduto ieri a 61 anni a causa di un probabile arresto cardiaco in un ospedale della ex capitale Dar es Salaam. Diversi capi di Stato del continente hanno voluto celebrare la memoria di Magufuli, spesso contestato e ritenuto da molti un presidente dispotico ma considerato da altri “un’icona della politica” votata al panafricanismo.

Il presidente del Ruanda, Paul Kagame, ha scritto su Twitter di essere “rattristato” dalla perdita del presidente, definito “un fratello e un amico” e ha evidenziato che il suo contributo per la regione dell’Africa orientale “non verrà dimenticato”. Condoglianze arrivano anche dalla punta meridionale del continente. Il capo di Stato del Sudafrica, Cyril Ramaphosa, ha affermato che il suo Paese “è unito nel dolore al popolo della Tanzania”.

Il vicino Kenya ha indetto una settimana di lutto nazionale e ha annullato un’amichevole di calcio tra le nazionali dei due Paesi prevista per il fine settimana. Il presidente Uhuru Kenyatta ha definito Magufuli “un alleato visionario”. Anche il massimo dirigente dell’opposizione keniana, Raila Odinga, ha ricordato Magufuli sottolineando che gli è stato “vicino nei momenti più difficili” della sua vita.

Il decesso del presidente della Tanzania ha unito per un attimo anche la politica ugandese, segnata da profondi contrasti negli ultimi mesi. Se il presidente Yoweri Museveni ha infatti ricordato su Twitter “un grande figlio dell’Africa” che “ha lavorato per il rafforzamento della regione”, anche il rivale dell’opposizione Bobi Wine ha espresso “condoglianza di cuore” al popolo tanzaniano.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»