hamburger menu

Ecco i manifesti no vax col trucco: affissi in modo innocuo, poi diventano ‘Salvate i bambini’

Inizialmente i cartelloni avevano scritte e disegni 'innocenti', durante la notte sono stati completati con messaggi contro i vaccini. L'episodio si è verificato a Bologna e anche in altre città

manifesti no vax

BOLOGNA – Ed ecco i manifesti, maxi (sei per tre metri) col trucco, per lanciare messaggi no vax: sono comparsi a Bologna (ma a quanto pare anche in altre città, come Milano e Genova) e appunto usando uno stratagemma per non incorrere in una censura preventiva. Quelli fatti affiggere, infatti, raffiguravano solo una scritta ‘innocua’ e alcuni disegni come cerchi o linee rosse. Una volta issati in alto, di notte, c’è stato chi è andato a completarli come nel più classico gioco enigmistico ‘unisci i puntini’.

E così il mattino dopo in bella vista i cartelloni, inespressivi il giorno prima, a Bologna recitavano frasi come: “Governo mente sul Covid‘ (cartellone nel sottopassaggio ferroviario di via Triumvirato, sulla rampa di via Massarenti e nel sottopasso ferroviario di via Stalingrado direzione periferia), ‘I vax uccidono‘ (zona Arcoveggio e nel sottopasso ferroviario di via Colombo), ‘Vax = morte. Salvate i bambini‘ (in via Gagarin direzione Beverara).

Nella versione ‘innocente’ sui manifesti (prenotati per 14 giorni), si poteva leggere, scritto in grande: ‘Spray cartellos; M&A’; e di fianco: ‘Nuovo gioco interattivo, trasforma il virtuale in reale’. Con due grandi cerchi rossi vuoti da riempire con il ‘logo’ no wax della ‘W’ iscritta al centro. La Digos ha avviato accertamenti su questi manifesti (ad esempio anche per capire se siano stati commessi danneggiamenti; ma non solo su questo) che, quanto si è appreso, dovrebbero sparire a breve, coperti o rimossi.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-02-18T17:58:15+02:00