Decreti sicurezza, Conte: “C’è confronto per modificarli”. Salvini: “Se li tocca chiediamo referendum”

Dagli Stati generali Conte spiega che è in corso un confronto per modificare i decreti sicurezza: "Terremo conto di lettera Mattarella e rilievi giurisprudenza"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

“C’è un confronto sulle norme di modifica dei decreti sicurezza. E’ un concetto importante, la sicurezza deve essere effettiva e non solo declamata, ci stiamo muovendo in questa situazione, sicuramente per accogliere i rilievi del presidente della Repubblica che fece con lettera formale e terremo conto anche dei rilievi della giurisprudenza”. Lo dice il premier Giuseppe Conte nel corso del punto stampa a Villa Pamphili.

SALVINI: SE CONTE TOCCA DL SICUREZZA CHIEDIAMO REFERENDUM

“Se Conte toccherà i Decreti sicurezza, girerò paese per paese e raccoglieremo un milione di firme per un referendum contro un atto sciagurato che aiuta la criminalità e umilia gli italiani”. Lo dice Matteo Salvini, su twitter.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»