Traffico internazionale di droga, scacco alla cosca di ndrangheta Gallace

L'operazione "Molo 13" della guardia di finanza di Catanzaro ha portato oggi all'arresto di 20 persone indagati per traffico di stupefacenti e associazione a delinquere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – È stata denominata “Molo 13” l’operazione della guardia di finanza di Catanzaro, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia diretta dal procuratore Nicola Gratteri, che ha portato oggi all’arresto di 20 persone indagati per traffico di stupefacenti e associazione a delinquere. L’attività interviene in concomitanza con una analoga operazione coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Firenze che interessa i referenti del sodalizio operanti in Toscana. Le misure cautelari sono state eseguite tra la Calabria, Sicilia, Puglia, Lazio, Toscana, Liguria, Piemonte e Lombardia.

L’indagine ha evidenziato un grave quadro indiziario a carico di esponenti di spicco della cosca di ndrangheta radicata sul territorio di Guardavalle (Catanzaro), e riconducibile alla famiglia Gallace, che avevano messo in atto una ramificata organizzazione criminale transazionale, con lo scopo di agevolare l’associazione di stampo ndranghetistico, capace di pianificare ingenti importazioni di cocaina dal Sud America – Colombia e Brasile – e di smistarla in Europa – Spagna, Olanda, Inghilterra e Slovenia – e in altri Stati come Nuova Zelanda e Australia. Le contestuali indagini patrimoniali, delegate al Nucleo PEF/Gico di Catanzaro e allo SCICO di Roma, hanno consentito, anche l’emissione di un sequestro preventivo d’urgenza di beni, per un valore complessivo stimato in oltre 4 milioni di euro, costituito da ville, fabbricati, società e relativi complessi aziendali, automezzi e numerosi rapporti bancari e finanziari.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»