Medici precari in corteo a Napoli contro De Luca e Lorenzin

"Chiediamo stabilizzazione dopo 20 anni, continuano invece a dirci che non c'e' una soluzione"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Caos al policlinico di Napoli per una manifestazione dei precari del Movimento Dinfna.

Un corteo di protesta e’ partito dall’ingresso dell’azienda ospedaliera dell’universita’ di Napoli Federico II bloccando il passaggio delle auto fino all’aula magna della struttura, dove e’ in corso un incontro su vaccini e nuovi farmaci. Annunciata la presenza del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e del governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

“Precari usa e getta” e’ lo slogan scritto su uno striscione che campeggia davanti al corteo. “Siamo precari storici, in questa situazione da 20 anni – spiega all’agenzia Dire Antonio Iaccarino del movimento Dinfna -. Ci dicono che siamo illegali perche’ da 20 anni non riescono a stabilizzarci ma la legge Madia adesso ci esclude nuovamente. Chiediamo stabilizzazione dopo 20 anni, continuano invece a dirci che non c’e’ una soluzione”. A protestare sono tecnici di laboratorio, infermieri ma anche medici che sfilano indossando il camice e t-shirt con la scritta “Ho il cuore malato, io cardiologo precario”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»