hamburger menu

Tsetsi (Verdi Ue): “Con Fontana e La Russa torna il neofascismo, a rischio i diritti”

Per la Segretaria del Gruppo dei Verdi al Parlamento Europeo: "Questa parte della storia può portare l'Italia e l'Europa indietro"

Pubblicato:14-10-2022 17:56
Ultimo aggiornamento:14-10-2022 18:47
Canale: Politica
Autore:
tsetsi
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Con le elezioni di Lorenzo Fontana e Ignazio La Russa alla presidenza delle Camere torna “il neofascismo” in Italia e “sono a rischio i diritti”. Lo dice Vula Tsetsi, Segretaria del Gruppo dei Verdi al Parlamento Europeo, intervistata dalla Dire.

LEGGI ANCHE: Antiabortista, contro le unioni civili e appassionato di santi: chi è il presidente della Camera Fontana

LEGGI ANCHE: I cimeli fascisti, ma non solo: ecco le passioni di Ignazio La Russa

Sono a rischio i diritti? “Sicuramente sì, perché le elezioni di queste posizioni non sono solo istituzionali. Sono scelte politiche e si tratta di figure che rappresentano una storia. Questa parte della storia può portare l’Italia e l’Europa indietro”. Ma c’è un rischio fascismo per l’Italia? “Il fatto che c’è un’estrema destra molto forte e un neofascismo è sicuro. Non lo vediamo solo noi”, risponde Tsetsi che invita gli italiani a vigilare sul rispetto dei diritti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-10-14T18:47:34+01:00