Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Dalle strade della Tanzania alle passerelle: ecco la storia di Mariam

Sedici anni di cui 5 vissuti per strada a Dar es Salaam, in Tanzania, con in testa l'idea di diventare una modella. Poi l'incontro con l'associazione Makini e il progetto "Art against poverty" di Cefa onlus.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

mariamBOLOGNA – Dalla strada alla passerella. E’ il percorso compiuto da Mariam, 16 anni, di cui 5 vissuti per le strade di Dar es Salaam, capitale della Tanzania. “Sono nata nella regione di Mwanza (nel Nord Ovest del Paese, ndr), mio padre e’ morto quando ero ancora nella pancia di mia madre e lei e’ morta in seguito a complicazioni durante il parto cesareo – racconta – Non li ho mai conosciuti e la mia vita e’ stata un vero incubo: i parenti dei miei genitori hanno litigato su chi avrebbe dovuto tenermi e non appena ne ho avuto la possibilita’ ho rubato in casa i soldi per pagarmi il viaggio fino a Dar es Salaam e sono scappata”.

Era il 2010 e per quasi 5 anni, Mariam ha vissuto per strada “affrontando il rischio di abusi e violenze e dormendo sui marciapiedi”. Poi nel 2014 l’incontro con Nyakwesi, una delle fondatrici dell’associazione Makini (una parola kiswahili che significa ‘stare attenti’) che lavora con i ragazzi di strada, coinvolgendoli attraverso la danza e il teatro e proponendo loro corsi di formazione. E’ stato grazie a lei se Mariam ha potuto finalmente lasciare la strada (ora vive con la sua amica Aziza in una stanza affittata da Makini) e capire che cosa fare della sua vita. “Mi ha detto che sarei potuta diventare una modella, il mio sogno da quando avevo 5 anni, mi ha chiesto di iniziare a seguire i corsi del centro e di non sprecare il mio futuro sulla strada – dice Mariam – All’inizio ho pensato che fosse una perdita di tempo, che anche lei fosse come tutti gli altri che vengono da noi, ci dicono un sacco di bugie e ci usano e basta. Ma dopo 2 settimane, Nyakwesi ha mandato una ragazza a prendermi. Ho capito che le sue intenzioni erano buone e ho iniziato a frequentare il centro”.

E’ stato cosi’ che Mariam ha incontratomariam1 Cefa onlus, e’ stata coinvolta nel progetto “Art against poverty” e grazie agli scatti del fotografo Gabriele Fiolo ha partecipato nel dicembre 2014 alla Swahili Fashion Week, il piu’ importante evento legato alla moda dell’Africa centroorientale, indossando gli abiti della stilista Husna. “Sono tornato piu’ volte in Tanzania da allora – racconta Fiolo che segue i progetti di Cefa onlus da diverso tempo – e non sono mai riuscito a incontrare Mariam, perche’ era sempre impegnata con qualche lavoro o corso”.

www.redattoresociale.it

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»