Covid, le Regioni presentano al Governo proposta di revisione dei parametri

Bologna bar covid tavoli all'aperto
Il presidente Fedriga: "Superare l'Rt dei sintomatici come parametro guida in favore dell'incidenza e dell'occupazione dei posti letto"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Oggi abbiamo fatto al Governo la nostra proposta per la revisione degli indicatori decisionali ed abbiamo offerto la massima disponibilità ad un’ulteriore interlocuzione con l’esecutivo. L’obiettivo è quello di avere parametri chiari, fortemente semplificati, e in grado di generare automatismi per quel che riguarda gli scenari che coinvolgono le attività sociali e economiche”. Lo ha dichiarato Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, dopo la conferenza Stato-Regioni in cui per l’esecutivo erano presenti, tra gli altri, il ministro della Salute Roberto Speranza e la ministra degli Affari regionali Mariastella Gelmini.

LEGGI ANCHE: Governo, lunedì la cabina di regia per discutere delle riaperture

“L’RT DEI SINTOMATICI NON SIA PIÙ IL PARAMETRO GUIDA”

“A seguito della situazione pandemica contingente nel Paese – ha spiegato il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia – è prioritario superare l’attuale incidenza dell’Rt sintomatici come parametro guida per determinare lo scenario nei diversi territori, a vantaggio del tasso di incidenza e del tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva e in area medica. Il nostro auspicio è che si arrivi entro questa settimana, ad una proposta condivisa Governo-Regioni che vada in questa direzione. Un’intesa che andrà comunque considerata come una proposta transitoria che tiene conto degli attuali meccanismi, ma che va collocata – conclude Fedriga – in un’ottica di superare definitivamente il sistema delle zone se le condizioni di diffusione del virus lo permetteranno”.

FONTANA: “OBIETTIVO ESTATE LIBERA E SEMPLICE”

“Modificare e rendere più semplici i parametri che verranno utilizzati per individuare le misure che consentiranno diversi gradi di libertà all’interno delle nostre regioni“. Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, sintetizza con queste parole la proposta formalizzata oggi durante la riunione della ‘Conferenza delle Regioni’, alla quale hanno preso parte anche il ministro degli Affari regionali, Mariastella Gelmini, e quello della Salute, Roberto Speranza. “La proposta che le Regioni presentano al Governo – conclude Fontana – è giunta al termine di un intenso e positivo momento di confronto”, che prevede anche “l’istituzione di un ‘tavolo congiunto’ per monitorare la situazione e cercare di rendere l’estate di tutti gli italiani più libera e più semplice”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»