Il nuovo marchio per i produttori di pane fresco sardo

CAGLIARI – Due spighe di grano che si intersecano, a comporre l’immagine stilizzata della Sardegna. Tagli rettilinei all’interno di un cerchio, che rimanda alla pianta dei nuraghes e alla pietra del forno, omaggio anche all’arte di Pinuccio Sciola.

È questo il nuovo marchio per la vendita del pane fresco in Sardegna, presentato oggi in anteprima durante una conferenza stampa nella sede dell’assessorato regionale al Turismo e Artigianato, dall’assessora Barbara Argiolas, insieme a Donatella Capelli, direttrice del servizio gestione offerta del territorio dell’assessorato, a Stefano Asili, vincitore del concorso pubblico per l’ideazione del contrassegno tra le 65 proposte grafiche arrivate sul tavolo dell’assessorato.

Presente all’incontro con la stampa, anche la consigliera regionale del Pd Daniela Forma, prima firmataria di una delle proposte di legge per la tutela della panificazione in Sardegna (l’altra era del consigliere dei Riformatori Luigi Crisponi), che hanno fatto sintesi alla norma approvata all’unanimita’ dal Consiglio regionale il 17 marzo 2016, e che all’articolo 7 prevedeva appunto un nuovo contrassegno e un’identita’ visiva coordinata. Presenti infine i rappresentanti del tavolo tecnico sulla tutela della panificazione e delle tipologie da forno tipiche dell’isola.

12 Gennaio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»