Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Caso Saman, il cugino resta in carcere

saman abbas
L'uomo, 28 anni, era stato estradato dalla Francia: è l'unico familiare rintracciato della diciottenne scomparsa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Resta in carcere Ikram Ijaz, il cugino 28enne di Saman Abbas, la 18enne pachistana scomparsa da oltre due mesi da Novellara, in provincia di Reggio Emilia e che si presume sia stata assassinata dalla famiglia. Lo ha deciso, dopo l’udienza di ieri, il Tribunale del Riesame di Bologna, che ha quindi rigettato la richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori del giovane, Noris Bucchi e Luigi Scarcella. La decisione riguardante il cugino della ragazza, estradato dalla Francia il 9 giugno e finora unico dei familiari rintracciato dagli inquirenti nell’ambito delle indagini sul presunto omicidio della 18enne, è stata depositata questa mattina. Le motivazioni, invece, dovrebbero arrivare nel giro di 45 giorni. 

LEGGI ANCHE: La Procura di Reggio Emilia avvia l’iter per l’estradizione dei genitori di Saman
Le ricerche del corpo di Saman Abbas proseguono tra fossi, serre e la porcilaia dismessa

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»