Il Veneto pensa di aprire le prenotazioni per il vaccino ai quarantenni

luca zaia
Il governatore non intende "lasciare 60.000 posti liberi per chi non si prenota", quindi dalla prossima settimana potrebbe aprire agli under 50
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

AGGIORNAMENTO: Vaccino, dal 17 maggio il Veneto apre le prenotazioni ai 40enni

VENEZIA – Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, sta pensando di aprire la possibilità di prenotare la vaccinazione contro il Covid anche a soggetti sotto i 50 anni, verosimilmente alla fascia 40-49 anni, già dalla prossima settimana. “Non escludo che la prossima settimana ci possano essere novità, non possiamo lasciare 60.000 posti liberi per chi non si prenota“, afferma il presidente della Regione Luca Zaia, spiegando che al momento ci sono 60.265 posti prenotabili di qui al 9 giugno. “L’appello ai soggetti nella fascia 50-59 anni è di correre alla prenotazione, altrimenti se poi apriamo ad altre categorie rischiano di entrare nel maremagnum”.
Al momento, in Veneto 69.343 soggetti nella fascia 50-59 anni hanno avuto una prima dose, 69.168 hanno ricevuto entrambe le dosi, e 288.000 hanno già prenotato la somministrazione della prima dose, aggiunge Zaia.

ZAIA: “IO MI VACCINERÒ MERCOLEDÌ A GODEGA”

“Io mi vaccino mercoledì. Mi sono prenotato sul portale, sono riuscito a prenotarmi mercoledì pomeriggio alle 15.55 a Godega. Mi sono prenotato autonomamente e ho anche la traccia dal mio telefonino” ha spiegato Luca Zaia.

LEGGI ANCHE: Zaia: “Dopo le vaccinazioni ai 50enni non escludo un liberi tutti”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»