I lavoratori della Whirlpool di Napoli occupano l’aeroporto di Capodichino

I lavoratori considerano "inaccettabile" la scelta della multinazionale americana di chiudere i battenti della fabbrica di via Argine
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Gli operai della Whilrpool di via Argine stanno occupando pacificamente l’aeroporto di Capodichino a Napoli. Sono circa un centinaio i lavoratori in protesta nei locali dello scalo partenopeo, da cui hanno esposto lo striscione “Rsu Whirlpool”. Indossano una t-shirt bianca con la scritta “Napoli non molla“, slogan simbolo della loro protesta. I lavoratori considerano “inaccettabile” la scelta della multinazionale americana di chiudere i battenti della fabbrica di via Argine a partire dal 1 novembre scorso e chiedono un nuovo intervento del governo per evitare una nuova crisi occupazionale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»