Regionali Campania, De Luca: “In 5 anni programma realizzato al 150%, nei prossimi priorità al lavoro”

Lo ha detto il governatore della Campania durante la presentazione dei 10+1 progetti per Napoli in vista delle elezioni del presidente della Regione del 20 e 21 settembre
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Il programma che abbiamo presentato 5 anni fa è stato realizzato al 150%”. Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, durante la presentazione dei 10+1 progetti per Napoli, in corso all’hotel Royal Continental, in vista delle elezioni del presidente della Regione del 20 e 21 settembre.

RIFIUTI, DE LUCA: “UN ANNO E MEZZO E CAMPANIA SARÀ PIÙ AVANZATA D’ITALIA”

Riguardo alla gestione dei rifiuti “nell’arco di un anno, un anno e mezzo, saremo la regione più ambientalmente avanzata d’Italia”. Lo garantisce il governatore campano Vincenzo De Luca. “Abbiamo rimosso – spiega – le prime 800mila tonnellate di ecoballe, siamo partiti con la realizzazione degli impianti che devono produrre combustibile secondario solido, poi faremo una nuova tritovagliatura. Un anno e mezzo e avremo eliminato le ecoballe. Stiamo completando – aggiunge De Luca – il ciclo di depurazione delle acque, un altro obiettivo storico. Un altro anno, anno e mezzo, e avremo – conclude – il mare balneabile per tutto l’anno dal Garigliano, dal Volturno, fino a Sapri e al Cilento”.

DE LUCA: “PER PROSSIMI 5 ANNI PRIORITÀ AL LAVORO”

“Avanziamo una decina di proposte per la città di Napoli per creare economia e lavoro, che sarà l’obiettivo per i prossimi 5 anni, e per una riqualificazione e una crescita di vivibilità della città. La novità è duplice: la Regione garantisce le risorse per gli interventi e facciamo davvero quello che ci impegniamo a fare”. Lo ha detto il governatore campano, e candidato alle prossime regionali, Vincenzo De Luca a margine della presentazione dei 10+1 progetti per Napoli questa mattina al Royal Continental. “Abbiamo proposto – evidenzia – alcune cose di grande valore. La prima è realizzare 3 chilometri di lungomare a San Giovanni a Teduccio, poi un altro parco pubblico, di 5mila metri quadri, a Napoli Est nell’area della stazione ferroviaria e una riqualificazione di tutto il nodo di corso Garibaldi”. Un’altra proposta è la realizzazione “di un’azienda unica dei trasporti a Napoli” unificando quelle già esistenti. E ancora, spiega De Luca, “un piano per la riqualificazione di tutti i parchi pubblici cittadini” e la “destinazione dell’area ex Nato di Bagnoli a polo dell’audiovisivo” perché “l’industria cinematografica – osserva – è diventata una cosa importante e in questo momento Paolo Sorrentino sta girando qui un film e già oggi la ricaduta sull’economia della città è di 5 milioni di euro”. Infine, conclude il governatore, “proponiamo di recuperare l’ex Corradini, l’ex Manifattura Tabacchi, realizzare a palazzo Miranda una residenza importante per studenti universitari”. Altri impegni riguardano palazzo Penne, l’ospedale degli Incurabili, la realizzazione della nuova funivia tra il Mann e il Museo di Capodimonte e quella del Vesuvio.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»