Nasce ‘Smartphone d’oro’, un premio dedicato a comunicazione digitale

Si tratta del primo premio in Italia dedicato alle migliori esperienze di comunicazione e informazione pubblica digitale
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Sono tanti gli enti e le aziende pubbliche che utilizzano le piattaforme digitali per offrire informazioni, comunicazione, servizi, dialogo ai cittadini. PA Social, prima associazione in Italia dedicata alla comunicazione e informazione digitale, ha deciso di premiarle con un’iniziativa dedicata, lo Smartphone d’Oro.

“L’emergenza coronavirus ci ha fatto comprendere ancora di più- ha spiegato Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social- l’importanza della comunicazione digitale. In questi mesi centinaia di professionisti si sono impegnati quotidianamente per offrire ai cittadini comunicazione, informazione, servizi, dialogo e interazione di qualità. Per questo abbiamo ritenuto importante istituire un riconoscimento per quelle realtà che hanno interpretato in modo straordinario il proprio ruolo di servizio pubblico. La strada dell’innovazione è ancora da costruire e da percorrere, ma siamo certi che il lavoro di diffusione capillare che PA Social sta portando avanti con formazione, ricerca e creazione di una comunità/community coesa, possa essere fondamentale per molti. Lo Smartphone d’Oro è un ulteriore tassello della mission della associazione, ma nel nostro cantiere si lavora già a tante nuove idee e iniziative”.

Il Premio, che nasce quest’anno, è il primo in Italia dedicato alle migliori esperienze di comunicazione e informazione pubblica digitale. Lo Smartphone d’Oro sarà consegnato al vincitore alla fine di un percorso di candidature, promozione, diffusione e votazione partito a fine aprile, che terminerà a dicembre con un evento di premiazione. I vincitori dello Smartphone d’Oro e delle altre categorie saranno decisi dalla giuria scientifica, dal voto popolare e dal voto dei soci dell’Associazione PA Social. Inoltre saranno consegnati dei premi speciali tematici legati alla comunicazione e informazione digitale nei settori sanità, ambiente, turismo, cultura, servizi pubblici, istruzione, ricerca, sport, gestione emergenze ed eventi.

Due i riconoscimenti speciali, per il più social e per la migliore risposta all’emergenza Covid-19. Il premio sarà consegnato ogni anno con la creazione di un albo d’oro dedicato. Una giuria scientifica composta da importanti esponenti del mondo del giornalismo, della comunicazione, del digitale e dell’innovazione garantirà l’assegnazione del riconoscimento, ma non sarà sola. Spazio infatti anche alla giuria popolare, i video selezionati per la fase finale saranno infatti disponibili sul sito www.pasocial.info nella sezione dedicata al Premio e sui canali social e chat dell’Associazione e tutti potranno partecipare alla votazione attraverso strumenti web e social e alla app PA Social, creata con l’innovativa tecnologia blockchain. Il voto popolare peserà il 30% rispetto al totale dei voti.

A chi è rivolto lo Smartphone d’Oro? Il premio è rivolto a pubbliche amministrazioni, aziende pubbliche, partecipate, utilities, che operano su tutto il territorio nazionale. Per cosa, quando e come è possibile candidarsi? È possibile candidarsi per l’attività complessiva di comunicazione e informazione digitale del proprio ente o azienda pubblica: utilizzo per la comunicazione, informazione, servizi, dialogo e interazione, di web, social, chat, intelligenza artificiale. Le candidature sono aperte dal 23 aprile fino al 30 settembre 2020.

Per candidarsi servono due video: 1) Breve, max 1 minuto, di lancio social della candidatura; 2) Lungo, max 5 minuti, di presentazione della candidatura alle Giurie. Il Premio è ideato e organizzato dall’Associazione PA Social e realizzato grazie ai partner L’Eco della Stampa, Hootsuite, ItaliaCamp, Affidaty, Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale e ai media partner Agenzia Stampa Dire, Ansa Tecnologia – Digital Media, Agenda Digitale, cittadiniditwitter.it, Velocità Media, Innovazione 2020, Ipress Live, Il Giornale della Protezione Civile, Dentro Magazine, Online news, Il Nuovo Corriere di Roma. Premi speciali in collaborazione con Gastone Crm, Moige, Yes I Code.

La Giuria Scientifica, presieduta da Alessandro Cederle (Direttore Divisione Media Monitoring L’Eco della Stampa), è composta da: Simona Berterame (giornalista Fanpage), Germano Buttazzo (Head of Sales LinkedIn Italia), Rosa Cialini (Government partner manager Facebook Italia), Barbara Covili (Founder and Honorary President Clickutility on Earth), Giulio Di Giacomo (Autore Marketing istituzionale & Public Affairs), Stefano D’Orazio (Regional Director Italy Hootsuite), Andrea Galeazzi (Architetto e blogger. Esperto di tecnologia e automotive), Livio Gigliuto (Direttore Osservatorio nazionale sulla comunicazione digitale e vice presidente Istituto Piepoli), Francesco Giorgino (Docente di comunicazione e marketing Luiss), Imen Jane (Cofondatrice di Will), Marco Lanzarone(Responsabile Staff e Canali Specializzati Rai Radio. Responsabile Rai Radio Kids. Docente Università Lumsa), Adriana Logroscino (Giornalista. Portavoce presidente Anci), Gianluca Luciano (Editore. Caffeina Media), Angelo Mazzetti (Public Policy Manager Facebook Italia), Sara Menafra (Giornalista e coordinatrice di open.online), Mario Morcellini (Docente di comunicazione, giornalismo e reti digitali), Francesco Nicodemo (esperto di comunicazione e direttivo nazionale Associazione PA Social), Niccolò Quattrini(Responsabile relazioni nazionali ed internazionali Affidaty Spa), Fabrizio Sammarco(Amministratore delegato ItaliaCamp), Gianluca Semprini (Giornalista Rai), Ulisse Spinnato Vega (Giornalista, Portavoce Ministro per la Pubblica Amministrazione), Carlo Verna (Presidente Ordine dei Giornalisti), Silvia Zucco (Responsabile Relazioni Esterne Agenzia di Stampa Dire). Il Comitato Organizzatore è formato da: Luigi Tucci (coordinatore), Carmen Bombardieri, Claudia Cichetti, Antonello Landone, Andrea Marrucci.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

9 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»