Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali Napoli, Maresca incontra i commercianti del centro storico

maresca_commercianti napoli-min
"L'istituzione non può essere lontana, dobbiamo ripartire da qua, dall'ascolto della gente"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “La prima proposta che faccio è ascoltare le esigenze dei commercianti, delle persone che vivono il quartiere. Da qua dobbiamo ripartire, l’istituzione non può essere lontana, non può venire qui e proporre la sua soluzione. La soluzione deve essere quella della gente, dobbiamo ripartire da qua, dall’ascolto”. Così Catello Maresca, candidato sindaco di Napoli, che si è recato al centro storico della città, in via Tribunali, per incontrare ristoratori, pizzaioli e commercianti. Il magistrato ha spiegato di non voler criticare l’operato dell’attuale primo cittadino “ma credo – ha aggiunto – che ci debba essere grande discontinuità, non solo rispetto al modello di de Magistris ma a un modello che ha provato ad amministrare per 35 anni questa città e non ci è riuscito. Dobbiamo sforzarci tutti insieme per elaborare modelli nuovi, sicuramente da questo punto di vista la nostra sarà una proposta diversa”. Per Maresca “l’interesse è fare cose buone per Napoli. Quindi, se ci sono delle cose positive che sono state fatte le salveremo.
Anzi, partiremo da lì per fare meglio”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»