Zaki diventa simbolicamente sindacalista: le sue sagome siedono alla Cgil di Modena

sagome zaki cgil modena
Anche la sigla sindacale modenese aderisce alla campagna 'Una sedia per Zaki', promossa dall'associazione Amigdala per dare risalto alla vicenda del giovane attivista egiziano arrestato a Il Cairo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MODENA – Patrick Zaki ‘diventa’ simbolicamente anche sindacalista. O meglio, la sua sagoma di cartone, da oggi, siede tra le postazioni della Camera del Lavoro di Modena, come “simbolo dell’impegno dell’organizzazione in questa battaglia di civiltà e di libertà”. Anche la Cgil di Modena infatti, aderisce alla campagna ‘Una sedia per Zaki’, promossa sul territorio dall’associazione Amigdala con l’obiettivo di dare risalto alla vicenda del giovane attivista egiziano arrestato a Il Cairo, collocando in più luoghi possibili il cartonato disegnato dall’illustratore Gianluca Costantini.

L’assemblea generale della Cgil Modena, scrive in una nota, è “toccata da vicino dalla vicenda di Patrick Zaki, per la violenza utilizzata (gli avvocati di Patrick hanno denunciato le torture che ha subito per ben 17 ore) e per l’insopportabile volontà di repressione delle libertà individuali e politiche perpetrata dalle autorità egiziane”. Per la precisione, sono due le sagome di Zaki collocate dalla Cgil modenese e presentate questa mattina in una conferenza stampa dedicata alla vicenda, alla presenza di Daniele Dieci della segreteria Cgil e Federica Rocchi direttrice del collettivo Amigdala.

LEGGI ANCHE: Anpi: Mattarella dia a Zaki la cittadinanza per meriti speciali

LEGGI ANCHE: Noury (Amnesty): “Sedie vuote a Sanremo? Riempiamole con sagome di Zaki”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»