Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’appello delle donne: “Rosy Bindi prossima presidente della Repubblica”

rosy bindi
Un gruppo di donne "nell'area del centrosinistra e della sinistra" lancia la proposta: "Ha la capacità morale e politica e sarebbe un segnale importante per il Paese"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – Un gruppo di donne, “di orientamenti politici diversi”, ma tutte “nell’area del centrosinistra e della sinistra”, chiede che il prossimo presidente della Repubblica sia Rosy Bindi. “Una proposta partita dalla società che ha raccolto firme di cittadine e cittadini che vogliono essere soggetti attivi anche in questa fase. I tempi – dicono proponenti e prime firmatarie – sono maturi e riteniamo che l’elezione di una donna sarebbe un segnale importante all’interno di una società che sembra perdere ogni giorno di più i propri valori e di una politica che sembra abdicare al proprio ruolo centrale nel governo del Paese”.

Dunque, proseguono, “stante la difficoltà di questo momento e proprio per questo ritroviamo nell’onorevole Rosy Bindi la capacità morale e politica per ricoprire un ruolo così importante. Lo dimostrano i suoi tanti anni di attività politica portata avanti senza farsi strumentalizzare o ingabbiare”. In calce le firme di una settantina di persone: la gran parte di Venezia e del Veneto, ma con adesioni anche da Milano, Brescia, Genova, La Spezia, Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Pisa, Siena, Roma e Messina.


Rosy Bindi, sottolinea l’appello, è “una donna che ha attraversato i momenti più difficili del Paese, che ha ricoperto ruoli importanti all’interno delle istituzioni democratiche sempre con estremo rigore e rispetto per la Costituzione e per le cittadine e i cittadini. Una donna che ha l’autorevolezza e la competenza per rappresentare degnamente il paese diventando presidente della Repubblica italiana. Il tempo è adesso”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»