hamburger menu

Allarme cimici in Francia, Marocco e Algeria blindano le frontiere

Alla luce dell'epidemia di cimici da letto in Francia, Marocco e Algeria hanno disposto controlli rafforzati alle frontiere

Pubblicato:06-10-2023 18:08
Ultimo aggiornamento:08-10-2023 17:34
Canale: Europa
Autore:
cimici del letto
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Stretta africana sulle cimici da letto francesi. A seguito dell’allarme d’Oltralpe per gli insetti nei materassi sia il governo del Marocco che quello dell’Algeria hanno introdotto controlli rafforzati alle frontiere.

A Parigi la moltiplicazione delle cimici è finita sulle pagine dei giornali mentre nella città spagnola di Granada i dirigenti europei discutevano di un accordo Ue sull’ingresso delle persone migranti.
Dibattito e polemiche sui media francesi hanno raggiunto la sponda sud del Mediterraneo. L’ultimo Paese a muoversi è stata l’Algeria: il ministero della Salute ha disposto provvedimenti straordinari per “il monitoraggio sanitario e la disinfestazione degli aerei, delle navi e delle automobili ai valichi di frontiera”. In una nota si definiscono le cimici da letto “una minaccia alla salute pubblica“, anche se al momento pare non sia rilevata una loro diffusione significativa sul territorio nazionale.

Secondo la stampa locale, ai timori contribuiscono sia la consistenza numerica delle comunità di origine algerina residente in Francia sia la frequenza degli spostamenti tra i due Paesi. Intanto a Parigi le cimici continuano a far notizia. Secondo l’emittente televisiva Bfm, il portavoce governativo Olivier Veran ha confermato che per affrontare la situazione oggi è prevista una riunione interministeriale.

LEGGI ANCHE: Cimici del letto in Francia, l’epidemia sbarca in America: il video della Cnn
LEGGI ANCHE: Cimici del letto, in Francia diventano un caso

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2023-10-08T17:34:29+01:00