hamburger menu

Polemica per il concerto dei Maneskin al Circo Massimo: “Troppi contagi”. Il Comune assicura: “Nessun rinvio”

L'appello dei medici: "Spostare l'evento, c'è il picco di Omicron"

maneskin mtv vmas 2022 nomination
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

(Photo credits: Francis Delacroix)

ROMA – Posticipare il concerto dei Maneskin, in programma il 9 luglio al Circo Massimo di Roma, per prevenire un drastico aumento dei contagi di Covid. È l’appello dei medici alla rock band romana, il cui evento cade in concomitanza del picco di espansione della sottovariante Omicron 5, stimato tra il 10 e il 15 luglio. “I grandi eventi hanno avuto un ruolo boom di contagi di queste ultime due settimane nel Lazio”, spiega a Repubblica Marco Trifogli, sottosegretario regionale della Snami, sindacato autonomo dei medici. “Non facciamo discorsi retorici e ipocriti invocando l’uso della mascherina al concerto. Chi pensa che 70 mila persone, con 40 gradi, terranno la mascherina in un concerto dove si canta e si balla, mente sapendo di farlo”.

IL CONCERTO DEI MANESKIN AL CIRCO MASSIMO

Sono previste circa 70mila persone al concerto dei Maneskin al Circo Massimo, in programma a Roma sabato 9 luglio. Annunciato lo scorso anno, in occasione della consegna della Lupa Capitolina dall’allora sindaca di Roma Virginia Raggi, l’evento ha registrato subito il sold out. Molti fan, tuttavia, hanno dovuto rinunciare al concerto, proprio perché positivi al Covid.

LA POLEMICA SUL WEB

La richiesta dei medici di annullare o posticipare il concerto dei Maneskin al Circo Massimo è stata accolta male sul web. In particolare su Twitter, dove molti utenti hanno fatto notare come l’appello sia rivolto esclusivamente alla band romana e non ad altri eventi, come il Jova Beach Party o i concerti di Vasco Rossi.

COMUNE ROMA: NESSUNA IPOTESI RINVIO CONCERTO

“Non è all’esame alcuna ipotesi di rinvio del concerto dei Maneskin al Colosseo. Si adotteranno tutte le precauzioni e gli accorgimenti che le autorità sanitarie indicheranno e, in collaborazione con gli organizzatori, metteremo in campo le azioni necessarie per farle rispettare“. Lo ha detto l’assessore ai Grandi Eventi, Turismo, Sport e Moda di Roma Capitale Alessandro Onorato.

“Come spiegato da autorevoli rappresentanti della comunità scientifica e dal Ministero della Salute, ci vogliono regole di buon senso e l’utilizzo volontario della mascherina quando le condizioni di affollamento lo richiedano. Nessuna prescrizione è prevista per eventi all’aperto e a questo ci atterremo, salvo diverse disposizioni del Governo“, ha aggiunto Onorato.
“Trovo però singolare che si stiano generando tutte queste polemiche pretestuose solo sull’appuntamento dei Maneskin a Roma, mentre in tutta Italia e anche all’estero i grandi concerti negli stadi e nelle piazze sono programmati e si svolgono senza troppi timori”, ha concluso.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-06T19:26:26+02:00