hamburger menu

Caos a ‘Non è l’Arena’: Giletti a Mosca ha un malore, Sallusti attacca il Cremlino

Il conduttore ha intervistato la portavoce del ministero degli Esteri Russo, Maria Zakharova, che lo ha definito un 'bambino'. Myrta Merlino alla conduzione dopo lo svenimento di Giletti

giletti_sallusti

ROMA – Momenti di tensione ieri sera nell’ultima puntata di ‘Non è l’Arena‘, con Massimo Giletti in diretta da Mosca. Il conduttore si è recato in Russia, dopo essere stato in Ucraina, per mostrare ‘l’altro lato della guerra’. Giletti ha intervistato la portavoce del ministero degli Esteri Russo, Maria Zakharova che ha confermato le critiche contro i media italiani accusati di portare avanti “un’aperta campagna anti-russa”. Nel corso dell’intervista Zakharova ha anche attaccato Giletti per il suo approccio semplicistico alla guerra in Ucraina, definendolo un bambino.

LEGGI ANCHE: Giletti sviene a Mosca, gli amici italiani del fascista Putin protestano

SALLUSTI NON CI STA E ABBANDONA NON È L’ARENA

L’intervista non è piaciuta al direttore di Libero, Alessandro Sallusti, che ha tuonato definendo il servizio un “asservimento totale alla peggiore propaganda che ci possa essere, tra l’altro utilizzando anche gli utili idioti che non mancano mai perché Cacciari all’inizio di questa trasmissione ha elogiato ‘La forza evocativa del Cremlino'”.

Quindi Sallusti ha rincarato la dose, prima di alzarsi e abbandonare lo studio: “Il palazzo che tu hai le spalle (il Cremlino, ndr) è dove sono stati organizzati, decisi e messi in pratica i peggiori crimini contro l’umanità del secolo scorso e di questo secolo: quello è un palazzo di merda, tu dovresti avere il coraggio di dire ai tuoi interlocutori – ha attaccato – E siccome a me fa tristezza vedere un giornalista che stimo venire chiamato bambino, incompetente da una cretina che non sa nemmeno di che cosa sta parlando – perché noi la libertà ce l’abbiamo, sappiamo che cos’è e ce l’ha difendiamo – io di fare la foglia di fico a quegli altri due c…..i che hai di fianco non ci sto e per cui mi alzo, rinuncio al compenso pattuito, ma questa sceneggiata io non voglio più partecipare”.

IL MALORE DI GILETTI A NON È L’ARENA

Dopo l’attacco frontale del direttore di Libero, Giletti ha avvertito un malore. A prendere in mano la situazione dallo studio di Roma è stata Myrta Merlino, ospite del programma. Successivamente il conduttore si è ricollegato, questa volta da una stanza al chiuso dichiarando: “È stata una mancanza di zuccheri, il freddo e ho avuto un mancamento, sto bene, può capitare”. 

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-06T17:26:20+02:00