hamburger menu

VIDEO | Allarme bomba a Sanremo, evacuata la festa a Villa Nobel: la ‘diretta’ di Francesco Facchinetti

Salta la festa delle radio Mediaset a Sanremo per un allarme bomba che ieri sera intorno alle 23 ha costretto tutti gli invitati- circa 300, compresi quasi tutti i cantanti in gara- a lasciare l'edificio per una telefonata anonima arrivata alla Polizia

Pubblicato:06-02-2024 09:54
Ultimo aggiornamento:06-02-2024 09:56
Canale: Liguria
Autore:
allarme bomba villa nobel sanremo
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

BOLOGNA – Maxi festa rovinata a Sanremo, a Villa Nobel, a causa di un allarme bomba che ieri sera intorno alle 23 ha costretto tutti gli invitati (circa 300 – 350 persone, tra cui 27 dei 30 cantanti in gara) a uscire velocemente per un ordine di evacuazione. Sul posto, sono arrivate auto della Polizia e artificieri e gli ospiti sono stati fatti allontanare: erano tutti seduti a tavola e stava per essere servito il primo. A testimoniare in diretta l’accaduto è stato il cantante Francesco Facchinetti, che ha fatto diverse storie su Instagram raccontando cosa stava accadendo: “Siamo qui alla festa dei 105 ed è successo un casino. È accaduto un allarme bomba, ci hanno detto di uscire, è entrata la Polizia per controllare, vediamo cosa succede, speriamo non sia niente di grave. A Sanremo succede anche questo“.

LA FESTA PER ‘OLTRE IL FESTIVAL’

La festa era stata appunto organizzata dalle radio Mediaset, che in questi giorni sanremesi hanno la loro ‘base’ proprio a Villa Nobel. Si trattava della festa di inaugurazione di Oltre il festival, il progetto di Radio Mediaset che coinvolge, per tutta la settimana, sei emittenti, Radio 105, Radio Monte Carlo, R101, Radio Subasio, Radio Norba, Radio Bella & Monella: La trasmissione è un punto di incontro e di confronto tra addetti ai lavori, artisti, ospiti.

LA TELEFONATA ANONIMA

A far scattare l’allarme bomba è stato l’arrivo di una telefonata anonima al commissariato di Sanremo. “C’è una bomba a Villa Nobel”, o qualcosa del genere. Immediato l’intervento e il dispiegamento di forze, tra auto e moto di Polizia e Carabinieri. Sono arrivati subito anche i cani antiesplosivo. Tutte le persone all’interno della villa sono state fatte uscire per verificare la presenza di ordigni esplosivi.

FACCHINETTI: “TANTA AGITAZIONE, MA NON È SUCCESSO NULLA”

Facchinetti, dopo la prima storia, dà nuove informazioni: “Siamo saliti sul van, eravamo al primo, c’erano circa 300 350 persone dentro la villa, tutti si sono preoccupati. Sembra che ci sia qualcosa di esplosivo non si sa bene cosa, aspettiamo”. Passa ancora un po’ di tempo e Facchinetti, che ormai sta camminando verso casa, rassicura tutti: “Ho visto che mi state scrivendo in tanti, grazie, volevo dirvi che non è successo niente, per fortuna non è esplosa nessuna bomba. Le persone sono state tutte evacuate, sono arrivati poliziotti, caravninieri, i cani per la ricerca degli ordigni, io sto tornando a casa a piedi, c’è stata parecchia agitazione, però vi posso dire che non è successo nulla fortunatamente”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2024-02-06T09:56:02+01:00