Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In bici da Bologna a Ravenna sulla nuova pista ciclabile

Il percorso tocca i Comuni un tempo collegati dalla ‘vecchia’ ferrovia: Castenaso, Budrio, Medicina, Massa Lombarda, Lugo, Bagnacavallo, Russi e infine Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Dopo auto e treno, Bologna e Ravenna saranno sempre più ‘vicine’ e collegate perché è in progetto una grande linea ciclabile che collega le due città emiliano-romagnole. A svelarlo sono il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale e l’assessore alla Cultura di Bologna, Matteo Lepore, in occasione dell’incontro online ‘I have a dream’, dedicato alla cultura e alla mobilità sostenibile post Covid-19.

LEGGI ANCHE: Da Firenze a Ravenna sulle orme di Dante: “meta imperdibile” per Lonely Planet

Il percorso, come illustra Lepore mostrando una mappa virtuale, tocca tutti quei Comuni un tempo collegati dalla ‘vecchia’ ferrovia e oggi spesso noti per accompagnare il viaggio verso la Riviera romagnola. Saliti in sella a Bologna infatti, la ciclovia passerà da Castenaso, poi Budrio, Medicina, Massa Lombarda, Lugo, Bagnacavallo, Russi e infine Ravenna. “Questo tragitto connetterebbe tutti questi territori e sarebbe un volano incredibile per il cicloturismo e la mobilità sostenibile, come elemento di grande interesse internazionale”, dice De Pascale.

Il progetto “va ad inserirsi in una grande strategia complessiva già iniziata con l’Eurovelo- commenta Lepore- e ci permetterà anche di conoscere e dare un’idea diversa non solo del territorio metropolitano ma anche regionale”. L’idea dei due amministratori è di immaginare questo collegamento ciclabile “come possibilità anche per noi che viviamo sul territorio e quindi non solo come strumenti per tedeschi ed olandesi. Certo, saranno attratti verso l’area del ravennate e lo sbocco al mare, ma sono sicuro diventerà anche un’opportunità per noi. È un progetto in cui crediamo molto e che forse presentiamo pubblicamente per la prima volta”.

LEGGI ANCHE: Legambiente: “Strade per bici a Bologna come a Parigi, in ‘fase 2’ sono meglio di bus

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»