Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Napoli riapre la Gaiola tra posti limitati e lotta alle prenotazioni “fantasma”

gaiola_foto facebook
In occasione della Giornata mondiale dell'Ambiente e dopo oltre sei mesi di chiusura sarà di nuovo permesso l'accesso al parco stesso e alla spiaggia pubblica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Riapre sabato – in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente e dopo oltre sei mesi di chiusura a seguito delle disposizioni per il contenimento della diffusione di Covid-19 – il parco sommerso di Gaiola e l’area di balneazione pubblica. Firmato l’accordo tra Comune di Napoli, Autorità portuale e ministero dell’Ambiente, attraverso l’ente gestore del parco che sottoscrive una collaborazione tra istituzioni per consentire ai cittadini la fruizione degli spazi del parco stesso e della spiaggia pubblica.

Ascoltando i suggerimenti degli utenti – spiega una nota – si è provveduto a far realizzare un nuovo sistema di prenotazione che permetterà di inserire dei blocchi sulla possibilità di uno stesso utente di prenotare l’accesso per più di due turni a settimana e delle penalità per le “prenotazioni fantasma”, ovvero le prenotazioni fatte da utenti che poi non usufruiscono dell’accesso, privando inutilmente altri utenti di posti utili.

Confermati i due turni di accesso (9-13 e 14-18) con sistema di prenotazione online all’indirizzo https://www.areamarinaprotettagaiola.it/prenotazione, ma il numero di bagnanti per turno è stato portato a 100 per un totale quindi di 200 bagnanti al giorno.
Approfittando della chiusura al pubblico, inoltre, sono stati effettuati importanti lavori, con l’impegno del Comune, al muro di contenimento del terrapieno che costeggia la lunga pedamentina di accesso al Parco e sono stati realizzati, a cura del Parco, i necessari lavori di risanamento e messa in sicurezza della banchina del porticciolo danneggiata dalle mareggiate. Nel frattempo in questi giorni i volontari del CSI Gaiola onlus si sono mobilitati per ripulire spiaggia e scalinatella, invasa da rovi e cespugli dopo il lungo periodo di chiusura.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»