Sanremo, stasera tra gli ospiti anche Gigi D’Alessio e Claudio Santamaria

d'alessio_lauro_santamaria
Ad arricchire la gara di giovani e big arriveranno Il Volo e Laura Pausini. I primi renderanno omaggio a Ennio Morricone diretti dal figlio Andrea, la seconda festeggerà la sua vittoria ai Golden Globe
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SANREMO – Dopo il debutto nella serata di ieri sera, il Festival di Sanremo va avanti e si butta a capofitto nella puntata che andrà in onda questa sera. Sarà dedicata alla musica italiana nel mondo e proprio per questo ad arricchire la gara di giovani e big arriveranno Il Volo e Laura Pausini. I primi renderanno omaggio a Ennio Morricone diretti dal figlio Andrea, la seconda festeggerà la sua vittoria ai Golden Globe cantando proprio il pezzo premiato come ‘Miglior canzone originale’, ‘Io si’ (seen)’. Tra gli ospiti, poi, Gigi D’Alessio, Alex Schwazer e la calciatrice della Juventus Cristiana Girelli. Tornerà sul palco Achille Lauro, questa volta accompagnato da Claudio Santamaria e Francesca Barba. Co-conduttrice Elodie, che torna in un ruolo diverso rispetto a quello che l’ha vista protagonista tra i Campioni lo scorso anno con ‘Andromeda’.

LEGGI ANCHE: A Sanremo spot della Liguria su spettatori assonnati. Amadeus stizzito: “Battuta evitabile”

Sanremo, Amadeus: “Irama in gara con video se ok per altri concorrenti”

Sanremo, oltre 11 milioni di spettatori e 46,4% di share

Spazio alla seconda parte della gara delle ‘Nuove Proposte‘, con le esibizioni – in ordine – di Wrongonyou, Greta Zuccoli, Davide Shorty e Dellai. Due di loro andranno alla semifinale di venerdì, raggiungendo i vincitori di ieri Folcast e Gaudiano. Tra i Big, invece, in ordine di uscita, ci saranno: Orietta Berti, La rappresentante di Lista, Lo stato sociale, Bugo, Gaia e Willie Peyote. Poi ancora Malika Ayane, Fulminacci, gli Extraliscio e Davide Toffolo. Chiuderanno Ermal Meta, Gio Evan, Irama (qualora dovesse rimanere in gara dopo l’esito della valutazione dell’Asl di Imperia sul caso del collaboratore positivo al Covid) e Random. L’appuntamento è per le 20.40.

AMADEUS: “FESTIVAL SENZA PUBBLICO TOGLIE UMANITÀ

È soddisfatto ma sottolinea ancora la difficoltà di condurre davanti a una platea vuota Amadeus, all’indomani della prima puntata della 71esima edizione del Festival di Sanremo. “Era una prima puntata che aspettavamo da mesi- ha detto il direttore artistico- abbiamo lavorato con grandissime difficoltà. È un Sanremo diverso anche nella costruzione. Quando siamo partiti pensavamo di fare un Sanremo quasi normale, con tante presenze illustri. Poi il Covid ci ha portato via tutto”. E ne è certo Amadeus: “Anche dare i fiori con un carrello, dopo una o due gag, toglie umanità”. Questo aspetto, secondo il conduttore, potrebbe aver influito sugli ascolti: “Il pubblico non è un qualcosa in più, le interazioni, le standing ovation, il cantare le grandi hit con gli ospiti. Tutto coinvolge gli spettatori a casa. Malgrado questo mi fa piacere soprattutto il dato dei giovani. Mi auguro che sia piaciuto anche a loro”.

COLETTA: “FESTIVAL PIÙ GIOVANE DI SEMPRE, GRANDE ORGOGLIO

Il 71esimo Festival di Sanremo si è svegliato con un leggero calo di ascolti rispetto allo scorso anno ma, ai piani alti della Rai, si sorride comunque. Lo conferma Stefano Coletta, direttore di Rai1. “Il nostro è un bilancio assolutamente positivo“, ha detto il dirigente durante la conferenza stampa della kermesse. È grande la gioia soprattutto per un dato che colpisce: a seguire la prima puntata sono stati sopratutto i giovani. Sono cresciuti, infatti, gli spettatori compresi nella fascia 14/24 anni. Sono state le ragazze, soprattutto, a restare sintonizzate con una dato del 71%. “C’è stato un grandissimo ringiovanimento di target, legato anche alla scelta del cast dei cantanti”, ha aggiunto Coletta. “È un dato di grande orgoglio per noi, è il lavoro che siamo chiamati a fare portare una platea che di solito non è presente”. E sulla flessione di share rispetto allo scorso anno, il dirigente ha spiegato: “Non sono serate confrontabili. Andavamo in onda con un mese di differenza rispetto alla prima puntata del 2020 e questo determina il calo. Il dato è, poi, in linea con i festival degli ultimi 20 anni, che si attestano intorno al 47% nella prima serata”. L’obiettivo, ora, è “rimanere concentrati sulle prossime quattro serate”. Intanto, la prima è andata e sui social è stata la più commentata di sempre.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»