Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Emma Marrone prima ospite di Sanremo

Dodici big in gara che si esibiranno nella prima serata del Festival di Sanremo. Amadeus: "Le polemiche non mi hanno colpito"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SANREMO – È un Amadeus sereno quello presente alla conferenza stampa di pre apertura del Festival di Sanremo al roof dell’Ariston. Il conduttore ha riportato l’attenzione sulla musica dopo i mesi di polemiche che lo hanno visto protagonista in prima persona. “Sapevo che le polemiche fanno parte del festival inevitabilmente- ha dichiarato- ma non mi hanno colpito perché ho la coscienza a posto”.

LEGGI ANCHE

Junior Cally a Sanremo, ‘Non una di meno’ promette flash mob per la finale

Amadeus e le donne del Festival di Sanremo: in 9 minuti 11 ‘bella’ e ‘sexy’ per presentarle

Sanremo? Nei testi anche spunti di ricerca scientifica, l’idea del Cnr

Il direttore artistico ha poi commentato il polverone che lo ha visto protagonista in prima persona: “Quello che ho detto non l’ho fatto per mancare di rispetto a nessuno. Sono andato avanti pensando esclusivamente a Sanremo”, ha sottolineato. Si alza, così, il sipario sulla kermesse canora, che quest’anno si prospetta essere “il super bowl italiano”. Quella che andrà in onda su Rai Uno da martedì 4 febbraio, sarà un’edizione all’insegna della storia ma non solo, come ha spiegato Amadeus: “Sin da agosto mi sono detto che questo Sanremo doveva essere un intreccio di emozioni che appartengono alla storia dei 70 anni, al presente e al futuro. Questo settantesimo ci obbliga il celebrare un passato”.

Il festival sarà un vero e proprio viaggio tra le canzoni che hanno segnato i passati 69 anni e l’identità che la kermesse vuole plasmare d’ora in poi. Ed è già l’entrata del Teatro Ariston a connotare questa volontà. Sul red carpet di via Giacomo Matteotti sono stampati i titoli di tutte le canzoni vincitrici. “Il pubblico- ha svelato Stefano Coletta, direttore di Rai Uno- deve aspettarsi grande professionalità e un racconto che attraverserà le 5 serate per il pretesto del grande anniversario del festival”. Nella pratica, “sarà un festival che mette insieme tanti elementi: quello artistico, quello storico e anche quello umano- ha aggiunto Coletta- sarà un festival dei legami stretti. È un festival che vi sorprenderà. Ci saranno delle performance fatte da grandi riunioni. Accanto alla gara si metterà insieme una buona quota di intrattenimento. Sanremo è la storia di noi che abbiamo una certa età ma anche il festival dei giovani che si sono avvicinati negli ultimi anni”.

OSPITI E CANTANTI DELLA PRIMA PUNTATA

Achille Lauro, Anastasio, Diodato, Elodie, Riki e Alberto Urso. E ancora Le Vibrazioni, Rita Pavone, Raphael Gualazzi, Marco Masini, Irene Grandi, Bugo e Morgan. Sono loro i dodici big in gara che si esibiranno nella prima serata del Festival di Sanremo, in onda martedì 4 febbraio su Rai Uno. Accanto a loro quattro delle otto ‘Nuove Proposte’.

Sul palco ci saranno: Eugenio in Via Di Gioia, Fadi, Tecla Insolia e Leo Gassmann. Primo ospite Emma Marrone. Nella puntata di mercoledì 5 febbraio, invece, si esibiranno: Giordana Angi, Francesco Gabbani, Paolo Jannacci, Junior Cally, Elettra Lamborghini, Levante, Enrico Nigiotti, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Rancore, Tosca e Michele Zarrillo. Tra i giovani: Fasma, Matteo Faustini, Marco Sentieri, Gabriella Martinelli e Lula.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»