Politica

Lista di ministri al Colle in anticipo, tutti contro Di Maio. “Surreale”, “Una comica”, “Incostituzionale”

ROMA – Tutti contro Luigi Di Maio per la decisione di mandare in anticipo (per email) la lista dei ministri di un futuro Governo 5 stelle, che sarà presentato alla stampa domani, giovedì 1 marzo. Il nome di quattro dei ministri che andranno a formare la squadra di governo di un eventuale esecutivo a 5 stelle sono stati poi resi noti a Di Martedì dallo stesso Di Maio, che li definisce “le persone giuste al posto giusto”.

Si tratta di Pasquale Tridico, economista, ministro del lavoro e della previdenza sociale; Luigi Fioramonti, economista, ministro dello sviluppo economico; Alessandra Pesce, dirigente del ministero dell’agricoltura, ministro dell’Agricoltura, Giuseppe Conte, professore di diritto privato, ministero pa deburocratizzazione e meritocrazia.

GENTILONI: “SURREALE”

La trovata dei 5 stelle solleva un’ondata di polemiche. Tra i primi a commentare il premier Paolo Gentiloni definisce la mossa “surreale” e parla di “Governo ombra“, con Di Maio che subito ieri ha replicato: “”Il nostro non è un governo ombra, è alla luce del sole. È la proposta di squadra di governo che ci impegniamo, davanti ai cittadini italiani, a presentare al Presidente della Repubblica. I cittadini hanno diritto di sapere quali persone andranno a occupare i posti di rilievo del governo. “.

ANZALDI: PAGLIACCIATA, A COLLE LISTA IMPRESENTABILI M5S

Di “pagliacciata” e “presa in giro dei cittadini” parla il deputato democratico Michele Anzaldi: “Va avanti la penosa sceneggiata di Di Maio sulla fantomatica lista dei ministri inviata per email, senza che abbia ricevuto alcun incarico di formare alcun governo anche perché non si è ancora votato, e prosegue il tentativo di tirare in ballo in modo assolutamente inappropriato il Quirinale. Come fa il Colle a sopportare una pagliacciata del genere? In verità, c’è solo una lista che andrebbe sottoposta alla presidenza della Repubblica, quella degli impresentabili M5s: è costituzionalmente accettabile che ci siano quasi 20 nomi di candidati sotto al simbolo M5s che però, dalle dichiarazioni dello stesso Di Maio, se eletti cambieranno immediatamente gruppo?”.

RENZI: NIENTE GOVERNO CON DI MAIO, E’ INCAPACE

“Ora Luigi Di Maio chiede i voti per fare un governo. C’è un piccolo particolare Luigi, è che noi ti reputiamo incompetente e incapace di guidare questo paese e come noi lo pensa la maggioranza degli italiani”. Lo dice Matteo Renzi, nel corso dell’iniziativa al cinema Adriano con Paolo Gentiloni e Nicola Zingaretti.

BERLUSCONI: GOVERNO M5S? UNA COMICA, PERSONAGGI DI SERIE C

I ministri presentati da Luigi Di Maio al Quirinale sono “personaggi di serie C”. Lo dice il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi, ospite di Unomattina, dove definisce l’idea del candidato M5S “una comica”.

ROSSI: LISTA MINISTRI AL QUIRINALE? DA DI MAIO ATTO EVERSIVO

“Propaganda qualunquista in spregio alla Costituzione. Di Maio, senza avere ricevuto nessuna nomina a Presidente del Consiglio, manda la lista dei ministri al Presidente della Repubblica. È un atto eversivo delle regole, una presa in giro degli italiani in violazione dell’art 92 della Costituzione e della prassi costituzionale. Un’ulteriore dimostrazione che è bene non fidarsi del M5stelle”. Lo scrive su facebook Enrico Rossi (Leu), presidente regione Toscana.

28 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»