Pd, duello via social tra Cacciari e Calenda: “Cooptato”, “Inutile e dannoso”

ROMA – Scintille tra Massimo Cacciari e Carlo Calenda, protagonisti di un serrato duello via social.

E’ il filosofo veneziano ad accendere le polveri, ospite di Massimo Giannini a Radio Capital. “Calenda non sa neanche di essere al mondo. È uno che non ha mai fatto politica. Ha fatto il portavoce di Montezemolo, poi con Monti… è quella classe politica di cooptati, che non ha mai fatto lotte e che non si è mai andata a prendere i voti”, ha detto l’ex sindaco del capoluogo veneto.

Dopo la citazione che lo riguarda, il titolare dello sviluppo commenta: “Sobrio come al solito Cacciari. Non so neanche di essere al mondo. Forse, ma quello che so per certo è che passare gli ultimi 20 anni a criticare il Pd in tutti i talk show della galassia, pretendendo di essere l’unico detentore verità, è inutile, dannoso e anche un po’ adolescenziale”.

LEGGI ANCHE:

Pd, Guerini e Marcucci in pole per i capigruppo: “Non discriminare i renziani”

La rabbia del Pd contro M5S e centrodestra: “Ha vinto grillusconi”

Camere, il Pd tagliato fuori. Renzi: “Sto alla larga, decidono i caminetti”

Pd, Calenda: “Inguidabile, e non ho ambizione di farlo”

Pd, tessera a Calenda: ma l’iscrizione è solo simbolica

26 Marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»