Rom, Conte frena Salvini: “Nessuna schedatura, sì a verifiche su bambini a scuola”

ROMA – “Qui nessuno ha in mente di fare schedature o censimenti su base etnica, che sarebbero peraltro incostituzionali in quanto palesemente discriminatori. Il nostro obiettivo è individuare e contrastare tutte le situazioni di illegalità e di degrado ovunque si verifichino, in modo da tutelare la sicurezza di tutti i cittadini”. Lo afferma in una nota il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

“Per quanto riguarda le comunità rom- aggiunge Conte- ben vengano iniziative – peraltro già sperimentate negli anni in varie città italiane – mirate a verificare l’accesso dei bambini ai servizi scolastici, alla luce del fatto che non di rado vengono tenuti lontani dai percorsi obbligatori di istruzione e formazione cui ogni minore ha diritto”.

Leggi anche:

Salvini: “Sul censimento dei rom non mollo, prima gli italiani”

La risposta dei rom: “Salvini ci vuol rispedire a casa? Ci siamo già da 6 secoli”

Caserta, spari contro due ragazzi del Mali al grido di ‘Salvini Salvini’

Migranti, “Martina: Punto di non ritorno, da Salvini spirale pericolosa”

Sala: “Chiediamoci perché fa ancora così paura l’uomo nero”

Il pianto dei bambini in Messico. Unicef: “Straziante, vanno difesi”

19 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»