La mobilità dolce di Trenitalia per promuovere i borghi storici

ROMA – Scoprire in treno il fascino dei borghi. E’ la ragione della collaborazione Trenitalia – Borghi più belli d’Italia per valorizzare il grande patrimonio di arte, storia, cultura, ambiente e tradizione presente nei piccoli centri italiani raggiungibili col mezzo più ecologico, conveniente e sicuro.

La partnership, presentata oggi all’Agenzia nazionale italiana del turismo (Enit), prevede iniziative congiunte tra Trenitalia e Borghi più belli d’Italia per la promozione turistica e il marketing territoriale, calibrate per le esigenze del crescente numero di clienti del trasporto ferroviario. Il 2017 ha infatti visto crescere del 7% i viaggi per turismo su treni regionali Trenitalia.

Su 282 località promosse da Borghi più belli d’Italia, 23 sono facilmente raggiungibili su ferro, per un totale di 580 collegamenti giornalieri: Mombaldone (AT), Orta San Giulio (NO) e Vogogna (VB) in Piemonte; Chiusa, Egna e Vipiteno (BZ) in Alto Adige; Venzone (UD) in Friuli; Moneglia (GE), Finalborgo (SV), Laigueglia (SV), Borgio Verezzi (SV) e Campo Ligure (GE) in Liguria; Grottammare (AP) nelle Marche; Brisighella (RA) in Emilia Romagna; Castiglione del Lago, Passignano sul Trasimeno e Spello (PG) in Umbria; Buonconvento (SI) in Toscana; Vietri sul Mare (SA) in Campania: Chianalea (RC) in Calabria).

Tra le promozioni dell’iniziativa, anche lo sconto di 4,90 euro per tutti i clienti Trenitalia sull’acquisto della guida ‘I borghi più belli d’Italia’.

Secondo Fiorello Primi, presidente Borghi più belli d’Italia, “la speranza e’ arrivare presto anche all’intermodalitá treno-bus” , tutto questo per “disincentivare il traffico privato nei nostri borghi, anche se la maggior parte sono già preclusi”. Maria Annunziata Giaconia, direttrice Divisione passeggeri regionale Trenitalia, ricorda come ora ” il 30% cento dei nostri utenti prende il treno nel proprio tempo libero o per svago. Questa collaborazione va nella loro direzione. Basta prendere semplicemente un treno per immergersi in luoghi magnifici“.

Le destinazioni dei Borghi più belli d’Italia saranno promosse sia sugli schermi del self service di Roma Termini, che sul palinsesto video a bordo dei treni regionali. Dorina Bianchi, Sottosegretario al ministero dei Beni culturali e del Turismo, sottolinea l’importanza di “promuovere la possibilità di arrivare più facilmente nei borghi attraverso la mobilità dolce. I borghi sono l’essenza del Made in Italy, rispetto agli altri paesi europei possiamo dare un’offerta del turismo diversa grazie alle eccellenze del nostro territorio. Nel 2017 i treni storici di FS hanno fatto 770 viaggi, per un incremento sul 2016 del +47%”.

14 Febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»