La ‘Scuola di Politiche’ raddoppia: al via il corso 2019 con Letta e Sala

ROMA – Riparte la Scuola di politiche, fondata da Enrico Letta e diretta da Marco Meloni, da quest’anno anche a Milano. La presentazione si è svolta venerdì 12 ottobre a  Palazzo Reale, con l’introduzione di Enrico Bertolino, le testimonianze di studenti ed alunni e gli interventi di Enrico Letta e il sindaco di Milano, Beppe Sala.

“Inauguriamo il Corso 2019. Siamo ormai all’avvio del quarto anno di attività, e i numeri sono quelli di un successo: abbiamo formato circa 600 ragazzi, dei quali 100 all’anno nel Corso ordinario annuale hanno potuto frequentare le lezioni e prendere parte alle attività della Scuola, visitare le istituzioni in Italia e in Europa, imparare a progettare le politiche pubbliche e condividere esperienze tra loro e con interlocutori di primo piano della scena pubblica”, spiega il direttore Marco Meloni.

“In questi anni il nostro network si è allargato e consolidato, a cominciare dall’ambito europeo. Formare una classe dirigente europea- aggiunge Meloni- è del resto il nostro obiettivo principale. Per questo nel 2017 è nata l’Académie Notre Europe, con sede a Parigi e Berlino, città che insieme a Roma, Milano e Bruxelles hanno costituito il primo nucleo del nostro Erasmus della Politica. Il prossimo obiettivo è realizzare una Summer School per 400 giovani europei, che vorremmo tenere a Budapest già a partire dal 2019”.

La Scuola di Politiche guarda anche all’Italia, con nuove iniziative in piu’ regioni. “Sono partiti o stanno per partire una serie di progetti di scuole territoriali – l’Emilia-Romagna con la Summer School dal 2016, Genova dal 2017, Torino, il Sud e le Isole nel 2019 – e soprattutto, a partire dall’inaugurazione del Corso 2019 in programma domani, il prossimo anno vedrà raddoppiare la nostra base di attività nazionale. Infatti apriremo la seconda sede nazionale della Scuola a Milano, dove terremo una serie di attività del Corso ordinario, come lezioni e conferenze”.

Milano sarà l’hub europeo e internazionale, e la base di una serie di corsi specialistici, che partendo dalle eccellenze presenti nel sistema accademico, economico e civico di Milano, potranno allargare l’offerta formativa e la capacità di analisi delle politiche della Scuola.

“Siamo certi- sottolinea Meloni- che grazie a Milano migliorerà la nostra capacità di comprensione dei fenomeni politici, economici e sociali che sfidano le nostre società, e delle potenzialità del nostro Paese. Per questo punteremo soprattutto su finanza e innovazione, scienze della vita, innovazione sociale, cultura e creatività. Un altro passo verso la creazione di cittadini consapevoli, che agiscono all’interno della sfera pubblica con l’ambizione di essere attori del cambiamento, orientandolo verso obiettivi di ampliamento della prosperità e della giustizia nella società del domani”.

13 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»