Break dell’estate, arrivano i temporali. Allerta gialla in sette regioni

In particolare in Sicilia attesi rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Piove, in alcune zone di Italia violentemente. Le previsioni meteo per i prossimi giorni parlano chiaro: l’estate si prende qualche giorno di pausa, dopo settimane di sole e afa.

Un’area di bassa pressione in transito tra le due isole maggiori determinerà, dalla giornata di domani, un peggioramento delle condizioni metereologiche sulla Sicilia, con precipitazioni a prevalente carattere temporalesco, localmente anche di forte intensità.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it). Allo stesso link trovate le norme da osservare in caso di maltempo. 

L’avviso prevede dalla mattinata di domani, domenica 1 settembre, precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sulla Sicilia, specie sui settori occidentali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento.

LE REGIONI A RISCHIO

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, domenica 1 settembre, allerta gialla su alcuni settori di Lombardia, Lazio, Abruzzo, Basilicata e sull’intero territorio di Umbria, Calabria e Sicilia.

Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

31 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»